Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

thesimon

Amministratore
  • Content count

    4.439
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    245

thesimon last won the day on Febbraio 20

thesimon had the most liked content!

Community Reputation

1.277 Eccellente

About thesimon

  • Rank
    Administrator
  • Compleanno 29/10/1982

Contact Methods

  • MSN
    \
  • Website URL
    http://www.simonerenzi.com
  • Skype
    simonerenzi

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    Ariccia, RM
  • Interests
    Musica, Scienza, Informatica, Arte

Recent Profile Visitors

19.721 profile views
  1. Liquidi su tastiera pianoforte digitale

    Non sono affatto d'accordo. Mi dispiace di leggere solo adesso perché probabilmente ora non c'è più nulla da fare per risolvere il problema. Quando cade acqua su qualsiasi componente elettronica la cosa più sensata da fare è sicuramente scollegare immediatamente l'alimentazione e assolutamente NON attendere che l'acqua si asciughi da sola ma aprire tempestivamente il dispositivo ed asciugare con carta, strofinando opportunamente sulle componenti elettroniche ed eventualmente soffiando con aria compressa anche le più piccole particelle di acqua. I rischi dell'acqua non sono relativi unicamente all'opportunità di mandare in corto le componenti elettroniche, ma sono dovute soprattutto al fatto che asciugandosi produca ossido. L'ossido è una sostanza molto acida che corrode le piste della scheda elettronica ed i componenti elettronici stessi. Se si è già prodotto ossido è necessario immergere la scheda elettronica in una vasca a ultrasuoni con un liquido antiossido specifico per parti elettroniche per poi reinstallare la scheda e provare ad alimentare nuovamente i circuiti. Chiaramente più è lungo il tempo di esposizione della scheda elettronica agli ossidi, minori sono le opportunità che una volta ripulita torni a funzionare correttamente. È successo anche a me che entrasse acqua dentro il mio pianoforte digitale ed anche io ho avuto grossi problemi. Alcuni tasti della tastiera non funzionavano più. Per risolvere ho dovuto ponticellare tutte le piste elettroniche interrotte, un lavoro che mi ha tolto molto tempo. Da qualche parte qui sul forum avevo messo anche delle foto dell'operazione. Ora è tornata perfettamente funzionante, ma il motivo è che nella sfortuna sono stato fortunato che il liquido non è finito su eeprom e multiplexer che non avrei potuto sostituire, visto che programmati in fabbrica per quello specifico modello di tastiera. Quindi mai dormirci su!
  2. Problema cuffie auricolari ed Hertz

    Quanto più sono flat come risposta in frequenza, tanto più sono buone.
  3. Problema cuffie auricolari ed Hertz

    A livello psicoacustico questo accade principalmente sulle alte frequenze. Aumentando molto il livello del suono si ha l'impressione che anche il tono aumenti di qualcosa. Gli accordatori ne sanno qualcosa, non a caso si dice che si accorda suonando forte ma si ascolta più piano. Per bypassare questo problema puoi ascoltare la musica con cuffie che abbiano una buona risposta in frequenza su alte e basse, ovvero che siano ben bilanciate. Se il suono delle alte frequenze è ben bilanciato con quello delle basse, questo effetto tende a diminuire. In ogni caso, specialmente in cuffia ti raccomando di non ascoltare mai la musica ad un volume troppo elevato. In primis perché a volume troppo alto si ha solo l'illusione di ascoltare meglio, in realtà sorpassato un certo volume si ascolta peggio perché la membrana basale dell'orecchio interno tende a muoversi anche nelle aree non direttamente sottoposte a risonanza pertanto aumenta il senso di confusione della sorgente sonora. In secundis perché le cellule ciliate purtroppo non si rigenerano e sono estremamente fragili per cui una volta morte non sentirai mai più quelle specifiche frequenze e a lungo andare si finisce per avere seri problemi d'udito. Praticamente non c'è alcun motivo oggettivo che giustifichi l'ascolto di musica ad alto volume: la senti peggio e ti fa pure male.
  4. Ciao a tutti i musicisti !

    Benvenuto!
  5. Aggiornamento a nuova versione

    Si può fare anche in questa anche in modo più veloce e puoi farlo per qualsiasi utente, a differenza della versione precedente. Se vai in alto a destra su mostra contenuti non letti, ti trovi in una schermata dove ci sono una serie di filtri e ti puoi anche salvare questi filtri per poter scegliere quelli che utilizzi più spesso senza perdere del tempo a reimpostarli (ti ricordo che i filtri sono combinabili l'uno con l'altro ovvero puoi applicare più filtri insieme). Se applichi solamente il filtro ownership su tutto il contenuto e cerchi per nome utente puoi andare a scovare tutte le risposte date da un particolare utente (anche sé stessi) dalla sua data di iscrizione a oggi. Quindi questa funzione non solo c'è ancora ma è stata implementata in un modo secondo me ancora più completo della precedente.
  6. Aggiornamento a nuova versione

    Si è tutto più leggero. Ora dovrò perdere solo un po' di tempo con le traduzioni. Man mano vi troverete elementi tradotti con un po' di calma facciamo tutto.
  7. Aggiornamento a nuova versione

    Purtroppo no. Per fare l'aggiornamento ho dovuto migrare tutto il database su un nuovo server che aveva la versione 5.6 di MySQL. Per poter poi utilizzare il core del forum ho dovuto convertire tutte le tabelle del DB con la collation UTF8 da 4 byte ed effettuare il rebuild. È proprio durante la fase di rebuild che si perdono tutte le notifiche e le azioni che tengono traccia dei topic letti ecc. ecc. Fatemi sapere come vi trovate. Male che va possiamo sempre tornare indietro alla vecchia versione senza però più muoverci di lì, ma in quella versione abbiamo il problema della sicurezza, con utenti spam che si iscrivono a go go. A bannarli non ci vuole nulla però è sempre una rottura. Questa versione mi sembra abbastanza intuitiva come l'altra del resto, quindi non credo sia un grosso problema adattarsi a questa nuova release. In ogni caso come vi ripeto se volete tornare alla versione precedente fatemelo sapere entro questa domenica (25 febbraio). Tenete conto che nella vecchia versione si tornerà indietro al 19 Febbraio, quindi tutti i contenuti scritti da li al 25 saranno definitivamente persi. Resto in attesa di vostre. Cari saluti
  8. Aggiornamento a nuova versione

    Buona sera a tutti. Come vi avevo già accennato per evitare la problematica relativa ai continui attacchi spam, ho cambiato database con l'ultima versione di MySQL (5.6) che è l'unica supportata dal nuovo plugin del forum. Se doveste avere problemi nell'utilizzo della piattaforma o semplicemente non doveste trovarvi bene con questa ultima release, fatemelo sapere, sarà sempre possibile tornare al vecchio stato avendo fatto un backup preventivo. Potreste notare un po' di lentezza nell'utilizzo del forum nelle prime ore dall'aggiornamento. Questo è dovuto al rebuild del database, operazione che viene svolta in background e che di conseguenza rallenta le prestazioni del server. Grazie per l'attenzione e buona musica a tutti
  9. Mio concerto

    Ancora no, lunedì mi faccio prescrivere tutta una serie di esami dalla dottoressa e poi vediamo qual è la causa, probabilmente potrebbe essere anche semplice stress. Ho attraversato un periodo molto stressante.
  10. Mio concerto

    Purtroppo Mancano i notturni ed il Bis che era carino, un minuetto di paderewski che ho registrato già e sta su youtube. PRIMO TEMPO Mozart - Fantasia in Re minore http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/fantasiainreminore.mp3 Mozart - Fantasia in Do minore http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/fantasiaindominore.mp3 Mozart - Sonata in Do Maggiore K. 330 http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/k330.mp3 Schubert - Impromptu op. 90 n. 3 http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/improvviso3.mp3 Schubert - Impromptu op. 90 n. 4 http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/improvviso4.mp3 SECONDO TEMPO (INCOMPLETO) Chopin - Preludio op. 28 n. 4 http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/preludio4.mp3 Chopin - Preludio op. 28 n. 15 http://www.simonerenzi.com/audio/concertobi2018/preludio15.mp3
  11. Mio concerto

    Ho avuto modo di registrare solo una parte di audio perché avevo messo una SD con poco spazio libero. Al concerto ero molto provato perché nei giorni precedenti ed anche ora sto avendo dei problemi gastrici e di pressione sanguigna, probabilmente dovuta ai problemi gastrici. Il giorno prima del concerto avevo avuto 160/110 e mi sentivo molto fiacco. Il giorno del concerto un pochino meglio ma ero tutto intontito. Ho dovuto sacrificare il brano finale (La ballata in Sol minore) perché ero proprio arrivato. Non dovrei dire io com'è andato il concerto, se vorranno spendere delle parole lo potranno fare Pianoexpert e GPR che erano presenti al concerto. Il primo tempo penso di aver suonato bene, man mano le energie mi hanno abbandonato, nel secondo tempo sono stato meno brillante, un po' di sbandamenti di testa.
  12. Mio concerto

    Crepi!
  13. Mio concerto

    Crepi il lupo! Mi sono preparato bene credo per questo concerto, ma sono molto stanco per questioni lavorative e quel pianoforte da quel che mi ricordo è un pochino sordo quindi dovrò stare più sul peso per cercare di farlo cantare come si deve. Speriamo non ci siano imprevisti. Meccanicamente è molto scorrevole il ché facilita un po' nei passaggi tecnici più impegnativi, specie sulla ballata di Chopin. Vi farò sapere
  14. cosa studiare

    Proponi un giorno e ci accordiamo...
  15. Come ridurre il suono

    L'isolamento totale è pura fantasia. In una costruzione le vibrazioni si trasmettono per le vie strutturali. È certamente possibile abbattere anche di molto la trasmissione di queste vibrazioni ma isolarle proprio no. La soluzione di Nancy è quella che viene adottata per la maggiore e permette già un buon isolamento. Per isolare ulteriormente si aumentano il numero di strati di muro e isolante: la stanza dentro la stanza dentro la stanza. Il soffitto diviene un sistema di pendoli ed il pavimento un sistema di molle. L'operazione è mooooolto onerosa. Oggi sinceramente non comprendo più questa necessità di isolare, quando ci sono in commercio pianoforti digitali di gran lunga superiori a pianoforti verticali usati. Ben venga utilizzare questo tipo di soluzioni. Certamente il digitale, a mio avviso, non sostituisce il pianoforte acustico. Per definizione, non è possibile realizzare tutta una serie di sfumature che sull'acustico riescono a occhi chiusi, ma c'è da dire che riuscire a suonare bene qualcosa sul digitale, ci fa sembrare Horowitz quando poi ci si muove sull'acustico, sia per una questione espressiva che per una questione tecnica. Nel digitale, che non possiede tutto il sistema di leve dell'acustico, pulire un brano implica che in alcuni passaggi si debbano esasperare dei gesti. Una volta giunti sul pianoforte acustico quegli stessi passaggi imporranno il minimo sforzo. In sostanza è come andare in giro per un mese con un peso da 5 kg su ogni braccio. Passato questo periodo quando toglieremo i pesi, tirare su una bottiglia d'acqua ci sembrerà come sollevare una piuma. Avviene esattamente la stessa cosa nel passaggio da un pianoforte digitale ad un acustico. Il pianoforte digitale non disturba nessuno, può essere suonato a qualsiasi ora ed anche la qualità dei campioni ha raggiunto standard elevatissimi. Ormai i suoni dei pianoforti digitali sono da disco. È veramente difficile riconoscere la differenza tra il suono di un'esecuzione fatta su un acustico da quella fatta su un digitale, qui sul forum c'era anche un piccolo test che avevo proposto e che tanto per rinfrescare la memoria nessuno ha azzeccato, dove in una serie di ascolti che avevo realizzato e proposto con diverse librerie si nascondeva una registrazione acustica. Nessuno è riuscito ad identificare la corretta provenienza dei suoni: acustico o digitale, gli errori erano sempre dietro l'angolo. Pertanto penso di poter affermare con sicurezza che se ci si dovesse trovare ad un bivio dove scegliere se insonorizzare o comprare un digitale, sicuramente è più conveniente la seconda opzione, pur mantenendo il caro vecchio pianoforte acustico senza il quale non è possibile eseguire il labor limae sui brani in preparazione per un esame / concerto.
×