Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

pianoexpert

Super Moderatore
  • Content count

    2.875
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    92

pianoexpert last won the day on Febbraio 14

pianoexpert had the most liked content!

Community Reputation

481 Eccellente

About pianoexpert

  • Rank
    CoAdministrator

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    rocca di papa
  1. Aggiornamento a nuova versione

    Grazie Simone!
  2. Assolutamente nessuna lubrificazione!!!!!! Puoi smontare un martello e vedere se la forcola cade lentamente ed uniformemente sotto il peso della propria vite. Quello ti da' l'attrito giusto (3-6 gr. circa) . Controlla così anche le forcole dei cavalletti. I montanti di scappamento devono, una volta disinserita la molla, cadere con il loro peso. Se è tutto a posto, la sensazione avvertita dipende dalla mancanza di regolazione. Le guarnizioni della tastiera sono centrali e anteriori. Potrebbero creare qualche impedimento se usurate o troppo strette. Un tecnico "esperto" saprà valutare tutte queste interdipendenze e farà funzionare meglio il tuo strumento. P.S. La forza della molla deve essere tale che, lasciato il tasto dopo che il martello è stato parato dal paramertello, fa salire lo stesso in modo netto ma senza farlo saltare. Ciò, però, fa i conti con l'attrito della forcola del martello stesso, che, se eccessivo, richiede più forza alla molla ecc....
  3. New entry

    Grazie Anna e benvenuta tra noi
  4. Quando gli attriti aumentano, diminuisce il ritorno e aumenta l'abbassamento. Io direi che siamo nei limiti. Il Kaway non è molto docile e dipende tutto anche dalla lunghezza della leva del tasto. Consiglio di controllare la regolazione della meccanica ed eventualmente non esagerare con la forza delle molle. Cercare di ridurre, specie negli acuti, la distanza martello - corda di un 2 -3 mm.Senza alterare la regolazione standard , si può mettere una striscia di cartoncino leggero (0,30 mm circa) sotto il feltro di riposo dei martelli, nella lunghezza senza colla. La meccanica sembrerà più "agevole" , anche se diminuirà un poco l'energia di attacco del martello. Tutto fa i conti con la regolazione, con l'accordatura e con l'intonazione dei martelli. Controllare anche la "agevolezza "laterale delle guarnizioni della tastiera.
  5. Rumore smorzi piano a coda

    Caro gigio, hai un buon intuito! In genere questo tipo di rumore dipende proprio dalla non aderenza della filatura di rame. Si può allentare la corda e girare, nel senso dell'avvolgimento, il rame alle estremità. Se il rumore non scompare bisogna sostituire la corda o tutte e due se sono a coppia. Prima di fare questo, bisogna controllare se dipenda dal martello troppo duro, che può essere intonato. Il tecnico deve perderci tempo e procedere con cautela. Essere capace, prima di tutto, di capire se dipenda veramente dalla corda. Attenzione anche se si produca un rumore dovuto al ferro dello smorzatoio, che, toppo vicino, vibra , sfiorato dalla "pancia" della corda messa in vibrazione sul "forte" e sul " fortissimo".
  6. Rumore smorzi piano a coda

    Non credo che tu possa intervenire, se non hai il feltro giusto da passare nel foro e l'alesatore per ricostituire il foro. Naturalmente , tirando giu' gli smorzatoi, sarà il caso di controllare lo stato di usura dei feltri degli smorzatoi.I fori devono essere guarniti con speciale feltro di cachemire con trama bianca interna . Puoi intanto provare a passare una piccola striscetta di feltro , fermandola alla fine dell'inserimento con un filino di colla. Se l'astina non scorre liberamente, lima la stessa in punta in modo da creare l'alesatore che ti serve per allargare il foro guarnito
  7. tasti avorio

    Non darei un valore a tre palette di avorio. Tanto più che alcune misure sono diverse sia di larghezza che di lunghezza. Il colore, poi, è sicuramente diverso.
  8. Prokofiev Romeo and Juliet

    Sempre magnifico Prokofiev. Uno dei miei autori preferiti. conobbi la sua musica quando ero ragazzo e ascoltai per la prima volta la sonata n. 2 per pianoforte. Bellissima. Ho usato in Teatro la sua sinfonia "classica". Grazie Frank
  9. Pianoforte verticale sconosciuto

    Puoi certamente provare ad accordarlo. Sta a vedere cosa le fessurazioni producano. Bisogna controllare anche la carica della tavola e vedere come stanno i ponticelli rispetto alla tavola stessa.La meccanica sembra in buono stato. Va sempre controllata come efficienza ( attriti, ecc). Anche i martelli devono essere controllati dopo l'accordatura ( intonazione dei martelli)
  10. Ciao a tutti

    Benvenuto Mariano
  11. Alberto Sordi - Il concerto di musica contemporanea

    Ho citato l'accordo del Tristano perché è opinione comune che apre, si dice, il 900. Un momento importante per la storia della Musica. Mi piace la frase Frank! Indubbiamente siamo stati educati alle regole e quindi, anche per questo, facciamo fatica a riconoscere valida e interessante la negazione delle stesse. Dico questo anche se non sono un "novecentista", ma cerco di comprendere....a volte riesco ad afferrare qualcosa...non me ne vogliano i "contemporanei".C'è anche da aggiungere che i Media non aiutano a divulgare e diffondere la musica del 900. Se accendiamo la TV non troveremo mai in programma un concerto "contemporaneo". Ma forse deve essere così?
  12. Ciao a tutti!

    Benvenuto/a
  13. Alberto Sordi - Il concerto di musica contemporanea

    Non spetterebbe a me commentare questo simpatico post; bravi e preparati compositori frequentano il nostro forum e a loro spetterebbe gettare una opinione circa questa simpaticissima "provocazione" Proverò ad esprimere la mia libera opinione. Affermare che la Musica del 900 sia di difficile ascolto...è affermazione banale. Il 900, il secolo "breve" della confusione e della negazione è ben rappresentato dall'Arte. Noi questo non vogliamo accettarlo. Non vogliamo accettare una bellezza e una espressione diversa e tutto ciò che si discosta bruscamente dalla "dolcezza" del "bello tradizionale" e , rispetto a quello che assistiamo nei due secoli precedenti, restiamo "sconvolti. Il 900 rompe gli schemi tradizionali e detronizza le gerarchie. Spesso arriva agli estremi come proprio questa composizione di J. Cage, dove regna il silenzio dei musicisti. Anche il "non fare", "l'assurdo teatrale" lo stravolgimento delle circa 100 posizioni di danza assumono un vero protagonismo, nello smarrimento di tutti. Certo è che oggi, nel 2018, l'accordo iniziale del Tristano ci sembra già più familiare e siamo disposti ad ascoltare i piccoli, sintetici pezzi op. 19 di Shoemberg.......chissà fra 100 anni?
  14. Pianoforte verticale sconosciuto

    Azzardo a dire che probabilmente può essere una copia di un progetto assemblato da un artigiano privato. A tale nome non mi risulta corrispondere una Casa costruttrice di pianoforti
  15. Ciao!

    Benvenuto tra noi
×