Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
Zedef

Risposta A Questo Soggetto

Recommended Posts

Correggo, il re a battuta 3 suggerisce un V di sol minore, il fa# è sottinteso nell' armonia, e quel mib a inizio battuta 2 nella risposta potrebbe essere il punto dove avviene una mutazione.

Penso che la risposta, al contrario di come ho detto prima sia tonale e in re minore ( fermo restando che senza armonizzazione non posso esserne certo, ci mancherebbe ).

Altri sapranno darti una migliore lettura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il soggetto è tonale, penserei qualcosa tutto in ottavi (o quasi), con partenza in anacrusico. Vuoi che faccia una proposta di CS su pentagramma o basta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Un po' debole Abate, stesso modulo melodico ripetuto 2 volte (per capirci la sol fa), inoltre c'è un ritardo 7 6 nella seconda battuta ma con il mib che non è tipico di re-, per cui tira armonicamente a qualcos altro ;)

 

E' vero che può essere visto come una napoletana in qualche modo rivoltata, però forse è un po' troppo ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate, prima volevo scrivere soggetto tonale, di conseguenza una risposta tonale, come spesso mi succede penso una cosa e ne scrivo un' altra

.

Per Abate, ho visto adesso la tua proposta, non ho provato a suonarla per cui non so come sarebbe, quella 5a tra la_mi bequadro a metà 3° tempo della

seconda battuta è un arelazione con una delle due note che non si muove per grado ma con un salto mimino di 3a minore, come per il mi bequadro.

Ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites

...insomma RStrauss, finisce su una tonicizzazione della dominante. Una mutazione per forza ci sarà.

 

Diciamo che tutti si sono concentrati sul CS...Zedef parla di risposta :wacko:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per stabilire scolasticamente il tipo di risposta basta seguire il seguente schema dove T sta per tonica e D sta per dominante:

 

soggetto con inizio in T e chiusura in T: soggetto reale

soggetto con inizio in D e chiusura in T: soggetto tonale

soggetto con inizio in T e chiusura in D (o settima): soggetto tonale

 

Con inizio o chiusura intendo quello che succede all’incirca nella prima o ultima battuta e come dicevo questo scolasticamente parlando.

 

Posso dire che ci sono casi d'autore dove un soggetto che teoricamente (o per prassi) poteva essere trattato in modo tonale e invece stato trattato in modo reale. Anche Bach lo faceva, non ci sono molti esempi, ma ci sono ;)

Sta alla musicalità della soluzione dimostrabile nello sviluppo della fuga.

 

Alcune considerazioni....

 

Suggerisco di proporre le risposte, una volta messa su carta sarà tutto più chiaro, anche perché abbiamo un soggetto che si chiude su re- e quindi ipoteticamente già da li si può partire con la risposta.

 

Il contrario invece, dove si arriverebbe non cambiando una virgola nella risposta? ...per cui dove mutare? Quell'ultimo sib della prima battuta non può essere una bella occasione?

 

Chiaramente uscendo fuori dal seminato, nel caso di risposta reale, una volta tonicizzato il secondo nella risposta basterebbe creare un breve episodio di raccordo (soluzione strausata) tonicizzando il quinto e tornare a sol-

 

Il punto è capire da Zedef che tipo di fuga vorrebbe sviluppare ;)

Edited by Frank
  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti l'ho detto pure io che si chiedeva una risposta...a proposito Carlos, come armonizzeresti la tua risposta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Soggetto "strano" o almeno, poco barocco mi sa

 

Secondo me devi prima decidere la risposta, poi penserai bene al CS ... ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti l'ho detto pure io che si chiedeva una risposta... a proposito Carlos, come armonizzeresti la tua risposta?

 

Mah non so... tu? :lol:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che risposta dareste a questo soggetto?

 

Visto che l'obbligo di mutazione c'è, altrimenti finiremmo in la minore, farei così:

S: Sol-La-sib- pausa - sib-mib-re-do#-mi naturale-la-do#-re

R: Re mi fa- pausa- fa-LA (mutazione) - sol -fa#- la - re - fa# - sol.

No?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Parlavo di risposta..

Io, vista la chiarezza tonale di incipit e conclusione del soggetto, non considero la possibilità di una risposta reale, ma de gustibus.

La nota cruciale, secondo me, è la prima della seconda battuta (mib nel soggetto) che sento come napoletana e quindi già nel tono della dominante. Proponderei quindi per una mutazione alla seconda battuta: Re Mi Fa (pausa) Fa | Lab Sol Fa# La Re Fa# | Sol.

Il soggetto è di Giuseppe Sarti (1729-1802).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Be' allora perché non RE MI FA (p) mi LA ecc.? Il salto di quarta non è niente male. Non si può fare la mutazione direttamente dopo i tre gradi congiunti? Chiedo seriamente: io ho scritto l'ultima risposta a una fuga nel vecchio millennio, quindi... :unsure:

Share this post


Link to post
Share on other sites

...armonicamente come ci arrivi alla napoletane Zedef? Intendo venendo da fa che in sol- è troppo modaleggiante. Magari mettere un bel mib al posto dell'ultimo fa della prima battuta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Natan....hai ragione :( Mi sono fissato con il CS senza considerare la Risposta ed è pure limitato :(

 

@Carlos/@Natan....come previsto mi sa che Frank ha ragione, nel suo scritto lui già parla di buon occasione sull'ultimo quarto della prima battuta ....

 

@Zedef: mi associo alla domanda di Natan, come gestiresti armonicamente le prime 2 battute della tua risposta?

Share this post


Link to post
Share on other sites

...armonicamente come ci arrivi alla napoletane Zedef? Intendo venendo da fa che in sol- è troppo modaleggiante. Magari mettere un bel mib al posto dell'ultimo fa della prima battuta?

 

Ovviamente intendevo mi e non mib, come dice anche Carlos ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

La risposta in re minore

potrebbe essere :

batt. 1

I

V2

I

 

batt. 2

IV2

e poi si andrebbe in la minore.

Possiamo mutare qua o andare in la minore e poi introdurre un episodio di collegamento per tonicizzare di nuovo in sol minore.

 

Però ... Io non sono la massima autorità in fatto di fughe :rolleyes:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Visto che l'obbligo di mutazione c'è

Gli "obblighi" sono solo scolastici (e nel 90% dei casi stilistici)...c'è chi può avere altre esigenze

 

altrimenti finiremmo in la minore

E' una strada ma come dicevo per me potresti pure finire sul II di sol- tonicizzandolo appunto tramite la terza battuta del soggetto. Poi come dice Zedef "de gustibus". A dirla tutta il Mib potrebbe essere già un VI di sol-, per cui VI V/II | II ... VII/V | I.

 

Questa è solo una delle infine proposte, per me si può pure fare un canone all'ottava, far partire la fuga in stretto, ci sono tanti di quei casi ...

 

Dico semplicemente che la risposta da sola non può decidere se la fuga completa avrà valore artistico o no ;)

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Che stupido, anche io mi sono concentrato sul CS :(

 

Secondo me si tratta solo di capire se si vuole un approccio scolastico o meno, il soggetto è interessante ma già molto "evoluto"... effettivamente il tuo primo post (Frank) contempla entrambi i casi.

 

Interessanti le proposte su alternative ("formali") al modello accademico ...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...