Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Carlos

Membro
  • Content Count

    759
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    61

Carlos last won the day on February 14 2017

Carlos had the most liked content!

Community Reputation

246 Eccellente

5 Followers

About Carlos

  • Rank
    Membro Avanzato
  • Birthday June 20

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    Parma
  1. Ho l'abitudine di essere franco e di non nascondermi dietro a lamentele private. Lo faccio nella vita quotidiana, figuriamoci se non lo faccio su un forum. Per questo motivo ho sempre risolto le mie questioni pubblicamente, anche arrivando allo scontro. È successo anche pochi giorni fa con un utente (che magari è uno di coloro che si è lamentato perché “faccio il professore”, ma non lo voglio sapere, per carità), al quale ho detto apertamente ciò che gli avrei detto a voce. Per me i forum funzionano così e d'altra parte questo ha un prezzo e lo so bene, ma credo di pagarlo volentieri (finché nessuno mi ritenga maleducato, cosa che non mi pare e che naturalmente mi dispiacerebbe), ma se la franchezza ha un prezzo, ben venga. In genere chi si lamenta di altri che “fanno i professori” è perché non ha argomenti sufficienti per reggere la discussione. E infatti va a lamentarsi dal moderatore, il quale però, paradossalmente, ritiene di non doverne informare il diretto interessato (forse perché trova le lamentele ingiustificate? o risibili?), solo però fin quando questo utente non risponde al moderatore stesso (educatamente e nel merito di una discussione aperta, alla quale lo stesso moderatore partecipa, come è il caso specifico), che si ritiene offeso e, solo a quel punto, in dovere di dire pubblicamente che ha ricevuto email di lamentele nei miei confronti, salvo però voler risolvere la questione privatamente. Per telefono. Dopo. Troppo tardi, mi dispiace. Qui non si tratta di fare il bello e il cattivo tempo. Se si sceglie una strada si deve avere il coraggio di percorrerla. Se si attacca (e vorrei precisare che sono stato attaccato io, perché io non ho attaccato proprio nessuno) e si sceglie addirittura la delegittimazione pubblica, bene, si prosegue su quella strada. Altro che “chiamami, i miei numeri sono in firma”. Poi, scusami, ma 'sta storia del “non sei a casa tua” è proprio buffa. È un forum? Sì. C'è un regolamento? Sì. Contravvengo a questo regolamento? Se sì, dimmelo usando i canali del forum. Se no, invece di fare l'offeso perché ti rispondo come avrei risposto a qualsiasi altro utente (visto che tu scrivi sul forum come gli altri utenti), lascia perdere. Oppure, visto che sei il moderatore, quello che scrivi tu va bene a prescindere? Eh, troppo facile! Se uno sceglie di fare l'arbitro e il centrattacco insieme non può chiamare “fallo” solo quando la palla la fregano a lui. Altro che “fare del sano vittimismo”. A me lo dici? Non sono mica io quello che fa l'offeso, né in privato né in pubblico. Però, la prossima volta che qualcuno si lamenta perché “faccio il professore” o dici a lui che è una sciocchezza o me lo dici, ma non lo tiri fuori quando fa comodo a te perché ti ho risposto in un modo che ti ha infastidito. Chi è, sennò, che fa la vittima?
  2. Mi fa piacere... Pensa che io ho solo quello di Mozart, gli altri (Beethoven e Brahms) non ho fatto nemmeno in tempo ad acquistarli e pare che non abbiano intenzione di ristamparli (e non capisco perché!). Buon lavoro!
  3. Era una battuta, vero?
  4. Non ne ho la minima intenzione. D'altronde l'hai detto tu, no? Hai iniziato ad attaccarmi pubblicamente, continua pubblicamente. Questa storia ha già dei pregressi poco simpatici.
  5. A me, a dire il vero, arrivano i complimenti per la gentilezza e la professionalità con cui rispondo alle discussioni. Pensa te... È proprio vero che non si può piacere a tutti! E ovviamente non mi arrivano le lamentele nei tuoi confronti, perché non sono un moderatore. Credo che nemmeno io debba aggiungere altro. PS Oh, sta' a vedere che qua adesso il problema sono io...
  6. Volevo fare un discorso serio e ho fatto notare a Frank che un certo tipo di dieta non è a base di “vegetali e basta”; cercavo di usare i termini corretti perché in molti sono convinti che ad es. i vegani si nutrano solo di insalata e volevo dire che non è così. Se la buttate sulla sfida, fatti vostri, io non faccio proprio il guru di niente e se Simone Renzi è tanto suscettibile da sentirsi offeso per la mia risposta (e da pensare che io volessi che abbassasse la testa, ma quando mai?) mi dispiace, ma è un problema suo: tutti possono leggere la mia risposta e la sua e farsi un'opinione.
  7. Ah, non ce n'era? Ok, allora, decisamente, devi essere più chiaro! PS Nel frattempo leggo la risposta di Simone. Mi pare che la si prenda sempre troppo sulla difensiva e non è bello. Quindi abbandono velocemente la discussione perché voglio evitare di rispondere male anche io. Vi saluto statemi bene! PPS Ho letto anche quella di Ettore: la pasta, è un vegetale anche quello? Ma per favore!!! Sveglia! PPPS Oh, ma a qualcuno fosse venuto in mente di chiedere cosa mangio io! Hahahaha tutti nati imparati eh!
  8. Frank, a volte invece di fare un certo tipo di ironia un po' subdola è sufficiente dire “non sapevo e ho sbagliato”. Vegetale non è “tutto ciò che non è animale” (questa và nelle “Lezioni di italiano” se vuoi) e io sono un pittbull se mi si provoca... dovresti saperlo bene!!!
  9. Sì, lo so, ma (come ti ripeto, per capirci ) i vegani escludono tutto ciò che venga dagli animali, ma non mangiano "vegetali e basta" (a meno che per te pasta, riso e legumi, noci e frutta secca varia, soia ecc. non siano “vegetali e basta” ). C'è, come sempre, molta disinformazione e pressapochismo. Metto un link simpatico, magari è utile per imparare qualcosa di nuovo, no? www.vegfacile.info/mangiare-vegan.html
  10. Siccome è un forum musicale non mi metterò a discutere con voi delle diete vegetariane e di quelle vegane (Frank, quelli che mangiano “vegetali e basta” non esistono: i vegetariani non mangiano carne - a volte mangiano il pesce, i vegani non mangiano nessun prodotto che derivi dagli animali. Quelle che mangiano vegetali e basta sono le capre... ). Dopodiché, tutto ciò che tu dici sulla dieta dei bambini è un ragionamento indotto, visto si è che esistono vegani dalla nascita che sono cresciuti e vivono benissimo (uno di questi ha 102 anni e tutti i giorni corre per 15 km). Ripeto: lasciamo stare discorsi nutrizionali ecc. Siamo abituati a considerare imprescindibile nella dieta l'apporto proteico della carne fin da piccoli e le diete sono misurate su quello. Margherita Hack non ha mai mangiato un pezzo di carne in vita sua e pare che, anche se ultimamente non sta benissimo, sia arrivata ad un'età considerevole senza grossi problemi, che dite?
  11. No. Bastava rispondere “sì” alla sua domanda “ma allora anche questa pecorella è morta?” esattamente come ha fatto la mamma del bambino del video. La storia che “anche gli animali si uccidono tra loro ecc ecc” è una risposta “preventiva” a una domanda che tu non hai consentito a tuo nipote di farti... PS a parte il fatto che se tu sei consapevole di avere nel piatto pezzi di animali che hanno subito quello che così nel dettaglio descrivi qui sopra e li mangi tranquillamente, forse, qualche domanda dovresti fartela. Ma lasciamo perdere...
  12. Il che di per sé non è vero, dato che le proteine della carne non sono necessarie. Su tutto il resto si può discutere, ma che mangiare una bistecca sia necessario per il proprio sostentamento è una cosa non vera. Tuo nipote aveva visto giusto: la pecora è morta per nulla, visto che se ne poteva tranquillamente fare a meno. E il parallelo con gli altri animali non regge. Il discorso è molto complesso. Basta dire “a me piace la carne e la mangio perché è buona”, senza giustificare con motivi biologici/nutrizionali la propria alimentazione. È più onesto.
  13. Sapevi dell'eststenza di questo libro? http://libreriarizzoli.corriere.it/Beethoven.-Signori-il-catalogo-questo/3iKsEWcVhqUAAAEpZDpn1scD/pc?CatalogCategoryID=_xisEWcW_QAAAAEp0XwfmqGA Magari ti può essere utile...
  14. Ah, se va bene a te! Il problema l'hai sollevato tu a me “calciopoli” è sempre sembrato chiarissimo e si sa che in una lingua i neologismi sono “giusti” a prescindere se sono immediatamente compresi. Credo che nessuno (prima di te ) si fosse mai preoccupato dell'esegesi del termine “calciopoli”, né di quello di “sexgate”. Sono chiari di per sé, quindi anche se sono illogici non importa...
  15. Scusa, Luca, questa mi era sfuggita. Ma forse a te è sfuggito che i due termini cui tu fai riferimento riguardano, per ciò che riguarda “calciopoli”, ad es. gli illeciti delle varie società (vedi per es. Gaucci, Fiorentina e via discorrendo) e, per quel che riguarda “vallettopoli”, l'uso di chiedere sesso alle giovani aspiranti ad un posto in televisione, nonché l'invalso uso da parte di alcuni personaggi politici di dubbia statura morale di raccomandare starlette ai direttori di rete, starlette che naturalmente si erano fatte ampiamente ben volere dai suddetti personaggi...
×
×
  • Create New...