Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
Fulvio

La Campanella

Recommended Posts

In rete ne ho trovate varie "interpretazioni". Ad un orecchio inesperto le più seducenti sono state quelle di Yundi li e Rubinstein. Busoni e Gilels non riesco a "decifrarle".

Mi sarebbe piaciuto ascoltare Michelangeli... :( 

Mi chiedo come mai nessuno qui sul forum si sia ancora cimentato (ho cercato nella sezione "Le tue esibizioni").

Troppo scontato o particolarmente impegnativo?  

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io quando devo ascoltare un pezzo di Liszt o perchè io debba studiarlo o perchè debba conoscerlo solitamente l'ordine degli interpreti che cerco è Michelangeli, Cziffra, Zimerman, Berman, Volodos e Campanella .. gli altri sono bravissimi anche loro ma questi pochi , per quanto riguarda Liszt sono quelli che preferisco.. Magari qualche loro versione della campanella ti stupirà! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che io preferisco decisamente questa

 

 

Secondo me incarna perfettamente lo spirito di questo brano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@ pianothor: Ho trovato l'esecuzione di Cziffra. Mi è piaciuta. Sai se Michelangeli ha suonato questo brano ed, eventualmente, dove reperire la registrazione?

 

@Frank: Avevo ascoltato l'esecuzione di Kissin (molto giovane mi pare). Ci sono alcune imperfezioni credo. Ma forse non è questa la cosa davvero rilevante ed essenziale.

Ad esempio, qualche tempo fa Nancy mi ha fatto osservare come un'esecuzione della Argerich (sebbene "non impeccabile") dell'eroica di Chopin fosse musicalmente più apprezzabile rispetto a quella "perfetta tecnicamente" di Lang.   

Mi piacerebbe capire però cosa intendi per "incarnare lo spirito del brano". Forse conformità allo spartito e quindi all'idea del compositore?

In tal ottica l'esecuzione di Gilels mi pare davvero dissonante. In alcuni passaggi proprio le note "suonate" mi appaiono diverse rispetto a tutti gli altri pianisti (confesso di non conoscere lo spartito. Sono ancora al Beyer... capirai). 

 

Grazie per gli interventi

 

PS. Ma voi pianisti lo giudicate un brano impegnativo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao Fulvio, non mi risulta che Michelangeli abbia mai avuto in repertorio la Campanella.

Il brano è sicuramente impegnativo ma, ti assicuro, c'è ben di peggio:)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Suonato così...direi che..non potrebbe trattarsi d'altro! Questa è ..la campanella.

Non so ..originale, spigliata, luminescente, un poco sfacciata, costantemente in tensione ritmica ed anche ..perché nò...giocosa e divertente.

L'unico appunto che posso fare (se di appunto si può parlare) forse l'ostentazione della tecnica (in certi passi sulle scale, in cui si avverte un costante tensione di ricerca quasi maniacale di un suono preciso e "quadrato", parlo in senso estetico/ritmico) va a portar via un poco di interesse verso la "globalità" del brano, come dire...ci distoglie dal clima iniziale, come per farci rientrare in un binario altrimenti ingestibile...ma....si sa..chi ha così tante risorse..può anche permettersi qualche lusso, ogni tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

PS. Ma voi pianisti lo giudicate un brano impegnativo?

Secondo me è un brano impegnativo sotto il punto di vista tecnico e musicale.  Probabilmente non scomodo come altri, ma non se lo possono permettere tutti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Mi piacerebbe capire però cosa intendi per "incarnare lo spirito del brano".

Trattasi di brano divertente, come tale un'interpretazione credibile dovrebbe preservare questo carattere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tecnicamente è molto più difficile il Mephisto Waltz se è per questo. Michelangeli non l'ha mai registrata, per questo non trovate la sua interpretazione. Tutto sommato Michelangeli aveva letto un sacco di cose ma il suo repertorio da concerto era molto limitato dal momento che era solito concentrarsi su pochi pezzi per cercare di renderli perfetti sia dal punto di vista degli errori che dell'interpretazione che del suono. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Michelangeli era un vero gioielliere. Rifiniva i pezzi fino all'esasperazione tanto da trasformarli in diamanti. Annullò anche vari concerti con il pubblico in sala (a quanto raccontano) perchè c'era troppa umidità...oppure il famoso "grillo" sulle piante posizionate vicino al piano...ha ha. Grandissimo.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ha ha...veramente...se non erro in Vaticano, fece spostare tutte le piante sistemate per creare un poco di decoro, visto che proprio tra le fronde si nascondeva un grillo che continuava a cantare...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...