Vai al contenuto


antares86

Registrato: 27 mag 2013
Offline Ultimo attivo: Oggi, 14:32
*****

#48699 materiali placchette tastiera

Posted by antares86 in 13 novembre 2017 - 19:57

Che io sappia ci sono delle naterie plastiche che simulano l'avorio ma il risultato da quel poco che ho visto non mi appassiona...noi quando facciamo copie di atrumenti originali quando ci sarebbe da usade avorio usiamo osso...non è la stessa cosa, i tasti non assorbono calore dall'ambiente ma opinione personale, l'effetto è migliore.


#48670 Clavicembali

Posted by antares86 in 09 novembre 2017 - 20:28

Bene direi che possiamo definire finito il clavicordo.
Manca solo qualcuno che voglia spendere 4000 euro 😂😂

Allega File(s)




#48331 Die Kunst der Fuge

Posted by antares86 in 28 settembre 2017 - 19:18

Personalmente preferisco questa




#48274 J. S. Bach inventio n. 1

Posted by antares86 in 23 settembre 2017 - 15:43

Riesumo questo mio post e ci carico la prima inventio sul clavicordo, suonarla bene lì è una mezza impresa.
Dato l'altra era sul Grimaldi con temperamento Rameau questa è su un anonimo tedesco di fine 1600 con temperamento mesotonico a 1/4 di comma sintonico.

Allega File(s)




#47632 J. S. Bach Aria variata "alla maniera italiana" BWV 989

Posted by antares86 in 11 giugno 2017 - 13:01

Buongiorno a tutti, questa è una registrazione dell'aria e Delle 10 variazioni​, suonare da me in concerto lunedì (al momento ho solo l'audio) con qualche errorino di troppo dovuto in parte anche al cembalo che aveva un tasto che faceva attrito, infatti mercoledì si era bloccato del tutto!
Comunque buon ascolto

https://drive.google...ew?usp=drivesdk


#47441 Johann Sebastian Bach, lettera indirizzata al consiglio di Lipsia datata 23/0...

Posted by antares86 in 06 maggio 2017 - 21:26

Che si può dire... Io il lavoro sto cercando di inventarmelo..


#47052 Aiuto partitura Nona Sinfonia

Posted by antares86 in 16 marzo 2017 - 21:23

La prima è la versione di studio per il.direttore d'orchestra credo, in formato ridotto, quella che hai linkato tu è quella grande con tutte le parti.


#47038 Suonare con un pianoforte d'epoca

Posted by antares86 in 15 marzo 2017 - 23:07

Considera che gli strumenti degli anni 20-30 soprattutto di fattura viennese avevano anche 6 pedali un esempio è: 1 corda, turcherie, fagotto, sordino, doppio sordino e risonanza


#47026 consigliuzzi diteggiatura Czerny op 139 n. 94

Posted by antares86 in 14 marzo 2017 - 09:33

Ok Francesco...Io ti adoro :D


#47016 consigliuzzi diteggiatura Czerny op 139 n. 94

Posted by antares86 in 13 marzo 2017 - 21:04

Non potrei essere più d'accordo con Francesco!


#46897 Mastrini il pianista al contrario

Posted by antares86 in 02 marzo 2017 - 20:44

Io parlo con lui attraverso i clavicordi e i clavicembali prrrrrrrrr con lui e il figlio, sono i miei nuovi maestri tiè ahahah


#46885 Ordine di difficoltà

Posted by antares86 in 02 marzo 2017 - 16:33

Su molte cose non sono d'accordo, mettere le suites francesi dopo del clavicembalo ben temperato o Moscheles dopo Kessler e Clementi per esempio...


#46874 Non vorrei passare per bigotto ma ...

Posted by antares86 in 02 marzo 2017 - 00:26

È successo...Non so dove, infatti le borse fanno schifo assai 😁😁


#46827 Ordine di difficoltà

Posted by antares86 in 28 febbraio 2017 - 13:29

Anche sul sito della Wiener Urtext se non erro c'è una catalogazione per difficoltà Delle opere.di Mozart, se non erro Casella nella sua revisione per la ricordi fra le note aveva segnato una sua catalogazione per difficoltà, anche se personalmente lasciano il tempo che trovano...Molte sono basate solo sulla difficoltà tecnica, che se sulle sonate giovanili di Clementi è una buona approssimazione (catalogare per esempio l'op. 50 solo tecnicamente è un'eresia) non lo è per niente su Mozart e su Haydn.


#46795 Suonare con un pianoforte d'epoca

Posted by antares86 in 27 febbraio 2017 - 00:29

pianoforte Erard del 1873, come sentiamo nel primo mp3 in'alto in ogni negozio di strumenti musicali.

In realtà la differenza fra un Erard del 1873 e un pianoforte moderno è molto meno marcata, anche se gli strumenti del secondo '800 non sono il mio campo, già rispetto sempre a un Erard del 1837 per esempio, che l'ho sentito suonare su Schumann, lì la differenza è decisamente più marcata, ma sostanzialmente più si torna indietro nel tempo più differenze ci sono...Se non consideriamo gli strumenti di Silbermann e Cristofori, o strumenti comunque degli anni 40-50 del 1700 ma dagli strumenti viennesi di Stein e Walter, la grossa differenza la si nota già a partire da strumenti di 20-30 anni dopo, anche dello stesso Walter, un Walter del 1796 è quasi del.tutto diverso dal un Walter & Söhne del 1820, oppure fra uno Stein degli anni 70 del 1700 e uno Streicher degli anni 29-30 del 1800, e Nanette Streicher era la figlia di Stein!
L'altra grande differenza c'è quando Erard inizia a produrre i suoi strumenti attorno agli anni 30 del 1800, e poi Pleyel, adattando e perfezionando gli strumenti inglesi di John Broadwood & sons.
Ma a livello di timbro più andiamo avanti nel 1800 più gli strumenti assomigliano a quelli moderni, soprattutto dai Pleyel e Erard...E dal 1857 i primi Steinweg/Steinway.