Vai al contenuto


Foto

Consigli sull'acquisto di un pianoforte digitale


  • Please log in to reply
20 replies to this topic

#1 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 28 dicembre 2016 - 00:29

Come già scritto in fase di presentazione, sono nuovo del forum e chiedo il vostro consiglio per l’acquisto del mio primo pianoforte digitale.

Ma andiamo con ordine:

Benchè abbia superato i quaranta, ho deciso di imparare a suonare questo splendido strumento dopo aver visto e rivisto “La leggenda del pianista sull’oceano”. Ebbene si…

Il video postato da Enrico Punzo sul forum Coelestis qualche tempo fa (scorribanda pianistica all’aeroporto charles de gaulle) ha fatto il resto.

Dopo alcune false partenze da autodidatta con una tastiera di mio nipote (Yamaha NP-32WH), sto seguendo con profitto un corso.

Sto imparando il solfeggio ed i primi rudimenti di tecnica pianistica, e confesso che la passione cresce giorno dopo giorno.

Mi esercito con impegno e dedizione e mi trovo nella classica situazione di dovermi dotare di uno strumento che non sia un giocattolo e al contempo non troppo impegnativo.

L’idea è di farmi le ossa su uno strumento “base” e poi fra qualche anno passare, eventualmente, ad uno strumento di pregio con cognizione di causa.

Impelagarmi adesso nell’acquisto di un pianoforte meccanico reputo sia una follia. Non ho le competenze per valutarne la bontà costruttiva, meccanica e acustica.

Ecco quindi l’idea di optare per un buon digitale che mi consenta di applicarmi proficuamente e apprendere “l’arte”..

 

Cosa desidero:

1.     Uno strumento che non sia un giocattolo.

2.     Priorità assoluta deve essere una buona qualità dei tasti (sensibilità tattile, non so come definirla). Preferisco un suono meno “qualitativo” ma una tastiera che non sia plasticosa. Mi pare di capire che condizione indispensabile è che i tasti siano pesati, in modo da abituarsi alla sensazione di un pianoforte classico. Leggo però di scappamento, doppio scappamento, avorio sintetico, legno. Sono confuso! Non sono in grado di valutare cosa sia essenziale e cosa no.

3.     Non sono interessato a quintalate di effetti sonori. Mi basta il suono “classico” di un pianoforte (e la musica classica che desidero in futuro sperimentare e approfondire), e che si possa utilizzare una cuffia e registrare i propri progressi.

4.     Desidero uno strumento che sia “stabile”. Non ho idea se questi pianoforti digitali che emulano i meccanici siano ballerini. 50/60 kg di peso sono tanti o pochi? Non vorrei che premendo i pedali tremi tutto.

5.     Infine, uno strumento rivendibile sull’usato, in prospettiva futura.

 

Il budget… diciamo sui 1500 €, con piccoli ritocchi se ne vale la pena (ad esempio una tastiera di qualità superiore).

Le alternative che sto vagliando sono Il Clavinova 535 e il Kawai CN35 che mi pare siano i competitors in questa fascia di prezzo. Roland non saprei.

Mi pare di capire che Il Roland HP 508 e Il Clavinova 575 siano di fascia superiore (e il prezzo lo conferma). Ma ne vale davvero la pena per le mie esigenze?

Ogni suggerimento sarà ben accetto…

 

Grazie!



#2 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 28 dicembre 2016 - 09:52

Provo a risponderti io in attesa di consigli da più esperti.ma permettimi una premessa che può anche non essere condivisa da tanti.
Il feeling che si può avere nei confronti della tastiera è molto soggettivo e i vari modelli vanno provati. Per i tuoi obiettivi è superfluo ribadire che dovresti avvicinarti quanto più possibile alle caratteristiche di uno strumento acustico soprattutto per quanto riguarda la resa sonora e della meccanica...risposta del tasto alle varie tecniche e capacità dello stesso di reagire fedelmente alle tue intenzioni dinamiche e interpretative.non puoi farti aiutare nella scelta di un acustico?
La mia personale opinione è che soprattutto agli inizi quando ci si deve ancora formare musicalmente sia ancora più importante che in seguito avere uno strumento di un certo tipo sotto le dita. Non condivido per esempio l'atteggiamento di molti che iniziano e pensano che non valga la pena spendere finché non si raggiunga un certo livello. Ma come fa uno a raggiungere un certo livello senza un pf decente sotto le mani? Per cui ti risponderei che nell'impossibilità di farti aiutare nella scelta di un buon acustico investirei al meglio su un digitale di fascia medio alta...presupponendo di poterlo fare chiaramente.
Mi permetto di farti questa premessa perché mi pare di capire che ti sia posto un budget "relativo" e non assoluto...giusto?
Fra quelli che hai nominato a me piace il kawai cn35 più del clavinova che trovo più "tastieroso"e meno pianoforte....ma devi comunque provarli per vedere come ti ci trovi tu..
Salendo di prezzo il salto di qualità lo senti tanto. A quel punto valuta anche i casio celviano che secondo me sono estremamente performanti.

#3 marcy63

marcy63

    Membro

  • Membro
  • 39 Messaggi:
  • Città di residenzaCasaletto Lodigiano

Inviato 28 dicembre 2016 - 18:20

Ciao Fulvio, sono d'accordo con Nancy per quanto riguarda la scelta del tuo primo pianoforte, tuttavia, oltre al fattore economico bisogna considerare anche dove vivi. (condominio? Villetta?) per non compromettere i buoni rapporti di vicinato.

Potrei consigliarti di noleggiare, con una modica spesa mensile di 40/50 € un buon verticale Yamaha o Kawai, che potresti un domani restituire o riscattare per passare a qualcosa di superiore.

E' pur vero che i verticali acustici non sono dotati del doppio scappamento ma per chi è all'inizio come te, ed intende farlo per hobby non è assolutamente un problema.

Ricollegandomi, invece, ai digitali, sono anche qui d'accordo con Nancy.

Se vuoi qualcosa di decente che si avvicini il piu' possibile ad un bel verticale( ma con i campionamenti del coda) devi alzare il badget intorno ai 4000 ( es. Celviano, Yamaha 585).

Personalmente posseggo un 535 che ho preso qualche mese fa per riprendere a far andare le mani dopo anni che avevo abbandonato (sono diplomato in conservatorio) ma lo sto' per mettere in vendita perchè sostituito da Yamaha avantgrand N3X. In pratica un magnifico coda digitale con meccanica del C3 188.......e con la stessa cifra avrei potuto prendere un buon usato mezzacoda, ma per motivi di ambientazione e ubicazione climatica avrei anche dovuto chiamare un accordatore un giorno si e uno no:)

Spero di averti dato qualche ulteriore delucidazione.



#4 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 29 dicembre 2016 - 22:24

Grazie a nancy e marcy63 per gli interventi.

Non dubito che il feeling con lo strumento sia del tutto soggettivo. E che la via maestra sarebbe provare.

Ma nel mio caso il problema è duplice:

In primis, sono ancora alla "diteggiatura", agli esercizi di base sul trasferimento del peso. Quindi avrei ben poco da provare!  :D

Poi, nella mia città l'offerta strumentale è davvero risicata. Ho visto degli yamaha arius, un clavinova cpl 545 e poi direttamente agli acustici: Kaway K3, Yamaha B3 silent e alcuni pianoforti a coda.

E tuttavia un pianoforte mi necessita (mi necessita uno strumento da utilizzare con cuffie).

Ecco quindi l'idea di chiedere consiglio.

L'idea del noleggio è interessante, dovrò informarmi. Ma "l'acquisto" di un acustico per adesso esula dalle mie intenzioni e possibilità. 

Come alternativa trovo azzeccato il consiglio di valutare un digitale di fascia medio alta visto che, come suggerite, la differenza si apprezzerebbe. 

Il mio budget può essere ritoccato, ma non in modo sostanziale.

 

Diciamo che potrei fare una "pazzia" per questo CASIO CELVIANO Grand Hybrid GP 300:

 

https://www.casio-eu...-hybrid/gp-300/

http://www.grand-hybrid.com/it/

 

Leggo che ha una tastiera "Natural Grand Hammer Action" con i tasti in legno: Immagino garantisca una percezione simile a quella di un pianoforte acustico. Sbaglio?

Come alternative, il già citato ROLAND HP 508:

 

https://www.roland.i...specifications/

 

Oppure il CLAVINOVA CLP 575:

 

http://it.yamaha.com...575/?mode=model

 

Anch'esso con tasti in legno.

 

Con il Roland risparmierei qualcosina, ma se ne vale la pena farei il salto di qualità.

Quale di questi tre strumenti mi consigliereste (oppure qualche altro modello che non sfori tassativamente i 3000 €)?

 

Grazie ancora. 



#5 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 29 dicembre 2016 - 23:06

Anche questo Kawai CA 67 mi pare interessante:

 

http://www.kawai.co.uk/ca67.htm

 

pare abbia una bella tastiera e risparmierei qualcosina. Si, mi piace molto!

Insomma, l'offerta non manca! 



#6 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 30 dicembre 2016 - 05:25

Allora...ho il casio gp 300 ❤❤❤❤❤❤ secondo me ha un rapporto qualità prezzo ottimo. Mi sta dando emormi soddisfazioni.
Il kawai pure è decisamente bello, ma due cose lo rendono un pizzico inferiore...
1)la qualità del suono in termini di diffusione è un tantino meno realistica
2)il tasto sembra fatto di un legno più leggero. Attenzione non parlo del peso di affondo e di ritorno ma proprio il materiale con cui è fatto.
Il vantaggio rispetto al casio è il fatto che la sensazione ivory e ebony touch è bella....il tasto è piacevolmente ruvidino.
Sono entrambi ottimi strumenti....in ogni caso cascheresti in piedi...però secondo me per la differenza di costo fra i due (mi pare 300 euro) e per il fatto che per te sarebbe LO strumento (unico per adesso) non uno d'appoggio punterei senza dubbi sul casio. Queste le mie considerazioni.
Gli altri che hai nominato li vedo nella tua situazione meno adatti...e se puoi fare uno sforzo....

#7 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 31 dicembre 2016 - 12:21

Ti ringrazio davvero per i suggerimenti. Avevo letto una recensione a dir poco disastrosa su questo casio e sono sollevato visto che lo possiedi e ne sei entusiasta.

Adesso tiro un pò le somme e mi decido fra questi due modelli (CASIO GP 300 e KAWAI CA 67).

 

Visto che sei così gentile e disponibile approfitto per chiederti altre due cose:

1. Ma queste "tastiere" vanno assemblate dall'acquirente? Ed è consigliabile a tuo avviso acquistare su internet?

2. Sapresti dirmi gentilmente dove potrei trovare lo spartito di questo brano (da 00:40)?:

 

Grazie ancora!



#8 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 01 gennaio 2017 - 13:04

Io per evitare di dover rimpacchettare tutto e occuparmi della spedizione nella malaugurata ipotesi di un difetto l'ho preso in negozio fisico ed era già stato montato dal proprietario il giorno prima...dividendolo in due o tre pezzi ci è stato nella zafira. Ma ci sono siti affidabili in cui ho comunque fatto altre spese grosse. Comunque su You tube c'è un video dove fanno vedere che lo montano
Guarda se è questa. Non ho fatto in tempo a controllare.
Http://sheetmusicdownload.wordpress.com

#9 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 03 gennaio 2017 - 13:23

Grazie ancora Nancy.

 

Alla fine ho scelto: prendo il KAWAI CA 97.

Purtroppo i "pochi" negozi della mia città non possono procurarmelo, e devo acquistare in rete.

Gradirei avere qualche dritta relativamente a venditori seri e affidabili cui rivolgermi.

 

Avrei adocchiato un buon prezzo presso  SPEVI - PIANOFORTI (Roma):

http://www.spevi-pianoforti.com/

 

Qualcuno ha acquistato presso di loro? 

Grazie ancora.



#10 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 04 gennaio 2017 - 10:20

Ma dici il ca 67 o il ca97? In ogni caso complimenti perché avrai un ottimo digitale su cui studiare! Da spevi non ho mai ordinato. Per lo più ho ordinato dal tedesco ( non so se posso fare nomi precisi) che tutti conoscono e mi sono trovata molto bene. In genere ha prezzi competitivi. In questo caso comunque mi pare che il ca67 costi meno da spevi..ed è un ottimo prezzo!

#11 TheSimon

TheSimon

    Administrator

  • Amministratore
  • 4.462 Messaggi:
  • Città di residenzaAriccia, RM

Inviato 04 gennaio 2017 - 10:38

Certo che puoi fare nomi... È una discussione, se le fonti restano finalizzate alla discussione che problema c'è? 

I topic aperti con il solo scopo di fare pubblicità sono classificabili come SPAM. Qui si sta parlando di consigli per l'acquisto di un digitale, ognuno ha avuto la propria esperienza ed avrà comprato da qualcuno. Se io ho comprato il pianoforte dalla ditta Pinco Pallino e mi sono trovato bene perché non dirlo? È libertà d'espressione. Vai tranquilla Nancy. 


firmaemail.png
_________________________________________________

Mobile: 347-3756896
e-Mail: info@simonerenzi.com
Personal Web: http://www.simonerenzi.com
 

 


 

#12 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 04 gennaio 2017 - 11:01

Ah bene! Grazie Simone. Mi riferivo da thomann.de. è molto ben fornito e affidabile nelle spedizioni e organizzato nell'assistenza. Ma ripeto in questo momento spevi sembrerebbe più conveniente.

#13 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 04 gennaio 2017 - 15:43

Ciao Nancy. Intendevo proprio il CA 97. A questo punto penso che lo prenderò da Spevi (vado a risparmiare qualcosa rispetto al venditore tedesco che mi hai così gentilmente - come sempre - segnalato).

Quando arriverà magari posterò una foto. Per vederlo in azione come si deve bisognerà aspettare un pò! 



#14 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 04 gennaio 2017 - 16:59

Sono contenta di esserti stata d'aiuto

#15 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 04 gennaio 2017 - 19:23

Chiedo venia... ho contattato il venditore e mi ha messo la pulce nell'orecchio per il Roland Lx 7 (che non conoscevo). Mi pare abbia una bella livrea. Dice che nel confronto col CA 97 sono due strumenti che si equivalgono, in termini di suono e tastiera (per me fattore prioritario). Per cui cadrei comunque in piedi.

Cosa ne pensate? A vostro avviso esiste qualche motivo per preferire l'uno all'altro?



#16 nancy

nancy

    Membro Avanzato

  • Membro
  • 442 Messaggi:
  • Città di residenza.

Inviato 04 gennaio 2017 - 20:14

Roland Lx7 non l'ho mai toccato per cui non ti so dire. Vediamo se lo conosce qualcun altro.....

#17 TheSimon

TheSimon

    Administrator

  • Amministratore
  • 4.462 Messaggi:
  • Città di residenzaAriccia, RM

Inviato 04 gennaio 2017 - 20:56

No neanche io mai provato. Non saprei dirti. Se lo provi facci sapere.

firmaemail.png
_________________________________________________

Mobile: 347-3756896
e-Mail: info@simonerenzi.com
Personal Web: http://www.simonerenzi.com
 

 


 

#18 marcy63

marcy63

    Membro

  • Membro
  • 39 Messaggi:
  • Città di residenzaCasaletto Lodigiano

Inviato 05 gennaio 2017 - 09:16

Ci sono diversi video su youtube del Roland Lx7 che è uscito nel 2016. Non è malaccio anche se, forse, io sono di parte perchè ho sempre ritenuto Yamaha il migliore di tutti. Personalmente acquisterei, in quella fascia di prezzo, il CLP 575.

Ma, ripeto, è molto soggettivo.



#19 Fulvio

Fulvio

    Membro

  • Membro
  • 17 Messaggi:
  • Città di residenzaCosenza

Inviato 05 gennaio 2017 - 14:45

Ciao Marcy e grazie per il tuo intervento.

Ho avuto modo di provare il CPL 575 (in verità nelle mie attuali condizioni ho pigiato un pò i tasti :( simulando gli esercizi di diteggiatura che sto facendo) e la tastiera non mi ha entusiasmato granchè. Anzi, per nulla. Si vede che i tasti sono in legno rivestiti (i neri in plastica) ma non ho avuto una sensazione piacevole. 

Mi aspetto decisamente meglio da questo Kaway CA 97. Almeno spero! :lol:  



#20 Pep83

Pep83

    Nuovo Iscritto

  • Membro
  • 1 Messaggi:
  • Città di residenzaSanteramo in colle

Inviato 22 marzo 2017 - 13:50

Buon pomeriggio a tutti,

sono nuovo del forum e dando un'occhiata ai thread in giro non ho trovato uno particolarmente adatto alle mie esigenze. Non sono un pianista provetto, avendo studiato lo strumento in conservatorio solo come materia complementare. Mi sono trasferito ed ho deciso di lasciare a casa dei miei il mio vecchio Petrof verticale fino a quando loro vorranno "usarlo" come complemento di arredo!

Ho quindi deciso di acquistarne uno digitale con delle caratteristiche medio alte che vi elenco:

  1. Tastiera che riproduca le caratteristiche di un acustico
  2. Suono rispondente alla realtà
  3. Caratteristiche estetiche discrete, dato che lo posizionerò in salotto e sarà ANCHE un complemento di arredo (quindi valuterei un codino i un verticale che ne riproduca uno reale, anche se di dimensioni ridotte ovviamente)
  4. Funzioni che mi permettano di registrare (e trasferire facilmente i file su PC) sia il suono del pianoforte sia di altri strumentisti e/o cantanti dal vivo per produrre tracce da inviare per audizioni varie
  5. Budget intorno ai 2000/2500 € (comunque non oltre i 2800€) 

...forse pretendo troppo?! Sorry.

Un mio amico rivenditore mi ha sottoposto all'attenzione una casa poco nominata nel forum: Orla. Ecco il link

 

http://www.orla.it/i...B56C9B7B0B196BC

 

Che ne pensate? Che mi consigliate?

 

Grazie mille!






0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi