Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Assia

Membro
  • Content count

    16
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Assia last won the day on Luglio 23 2013

Assia had the most liked content!

Community Reputation

7 Neutrale

5 Followers

About Assia

  • Rank
    Membro

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Città di residenza
    Calizzano
  1. ...vorrei portare il mio "gelido" contributo alla discussione: nel cervello le zone preposte alla lettura/scrittura della musica sono nell'emisfero sinistro, mentre la melodia trova il suo gruppo neuronale a dx: ciò non a caso in quanto l'emisfero sinistro è quello "sociale" cioè permette la comunicazione agli altri e permette a me la memoria tangibile del punto in cui sono.Invece l'emisfero destro è quello dell'"arte" cioè io creo con il destro e lo trasmetto agli altri con il sn: questo è confermato dalla RMN funzionale dove quando l'artista crea, opp noi ascoltiamo una melodia, le zone interessate sono veramente tante e sono quelle dell'emisfero dx (ognuno però con lievi o forti differenze perché è diverso il patrimonio neuronale e le sue attitudini), mentre quando scrivo o leggo la corrispondenza su foglio è per ricordare o trasmettere ad altri ma è comune a tutti... in effetti ci sono stati casi in cui la lesione dell'emisfero sn (quello che fa il "saputello" perché sa scrivere) quando ha smesso di dominare sul destro ha slatentizzato le possibilità artistiche del poverino...e si conferma perché omericamente si tramandava a voce ma qualcuno poteva "barare"....e nacque la scrittura...
  2. LEGGERE: Problema di foto

    chiarissimo...non imparo solo Musiaca..... grazie ciao
  3. grazie di cuore Paolo!!!Trovo solo oggi il tuo scritto perché ancora incapace di aggirarmi con scioltezza tra le varie (tutte interessanti!!!) pagine del sito. Continui a "stuzzicarci" sulla tecnica della rotazione del polso e quindi ci aumenta il "desio" della prossima lezione: lo so che sia tu che l'incredibile Simone siete "straimpegnati" e amare qualcosa e vivere il quotidiano è spesso difficile da sintonizzare ma, essendo il sito così pieno di energia e curiosità da parte anche di chi lo abita con competenza e amicizia non esistono calate di tono: complimenti!!!
  4. Caro Frank, niente di più light & sweet....ti ringrazio di cuore per aver profumato l'aria di Ferragosto con queste melodie... non riesco più a trovare l'elenco delle tue proposte musicali che andavo ascoltando...e potrebbe essere amabile anche qualche tuo brano da "compositore" se è previsto nello statuto del forum...
  5. Il Nipote Karl

    ... in tutte le attività artistiche (comprendendo qualunque produzione umana e non) gli "anonimi" sono sempre stati molti e, anche se è auspicabile che ci sia o si possa dare un maternità ("semper certa"), a mio parere non è necessario ostinarsi a dare una "paternità" se risulta difficile!!! quello che fa la "firma" è il concetto di bello ed espressivo delle più alte "corde dell'animo e/o della mente dell'uomo" motivo per cui sono universalmente tramandate e proposte agli eventuali alieni nelle esplorazioni spaziali.... Gli "anonimi", calcolando l'immensa quantità di produzione persa da quando esiste "l'umanità" per vari motivi (ideologie contrarie, eventi catastrofici, autocritiche severe di artisti suicidi, mancanza di amici estimatori per il recupero etc, etc), sono molti in qualunque ambito e se qualcuno di voi, in campo musicale, ne conoscesse qualcuno e ce lo proponesse potrebbe essere un giusto tributo alla loro silenziosa grandezza....
  6. caro Simone, grazie per le spiegazioni a 36 competenti e comprensibili!!! Anch'io mi prenoto con gli altri per il tuo lavoro perche' dove attualmente abito avere un accordatore e' praticamente impossibile e non sono audace come Gilda a mettere in atto il fai da te... grazie a tutti!
  7. ..video Corso Di Teoria..

    ... sono d'accordo con Saverio per questo videocorso e per la completezza e lucidità dei suoi interventi a 360° grazie Simone!!! Assia
  8. La famiglia di Beethoven

    ...voglio solo ringraziarvi per queste note sia pure come semplice lettrice.. Assia
  9. Musica e astronomia

    io penso che "tutto quello che ci è ignoto" è "infinito" e quindi "stuzzica" l'anelito più forte (ma anche il più complesso) della nostra natura intrinsecamente indagatrice. Questo istinto si materializza in diverse espressioni: l'arte (di cui la musica fa parte insieme alla pittura, alla poetica etc); ma anche l'attività scientifica che indaga l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo con la stessa bramosia e sensualità; ma anche l'essenza delle attività umane (la passione, la pietà, la religiosità etc) per cui a volte viene il dubbio se l'infinito sia fuori o dentro di noi e che quindi il nostro singolo io non faccia già parte dell'infinito: e continuiamo a navigar in questo mare...
  10. ... quando a 14 anni l'80enne maestra di musica mi obbligava alle dita rigide a martello ho sempre obbedito! Dopo piu' di 20 anni di vita frenetica senza pause... ho riaperto il mio adorato piano e..ricominciato per puro piacere...senza vergogna per il bassissimo livello: che dolore agli arti superiori nel rifare i vecchi esercizi con il metodo di allora...ritenevo che fosse la carrozzeria del mio corpo ormai arrugginita...finche' per caso non ho trovato i vostri video e scelto le interpretazioni suggerite da voi su you tube: non avevo niente da perdere se mi fossi lasciata andare alla tecnica da voi suggerita: cosi ho lasciato andare dolcemente mani, polsi, avambracci, braccia e spalle... e' chiaro che non sono ringiovanita ma i dolori sono nettamente diminuiti a parita' di esercizi e l'esecuzione dei brani dicono che sia piu' "serena e personale": un grazie di cuore...
  11. Gestione/studio repertorio

    ...quando cercavo un brano musicale su you tube finivo irrimediabilmente con lo scegliere quello che poi ho notato era stato scelto dal voi (per es. il concerto di Bach 1060 ed altri). Poiche non sono affatto brava con il pc (ho superato i 60 anni...) vorrei sapere se esiste un elenco di musica classica gia selezionato da voi e se qualcuno mi spiega come fa a selezionare stralci delle comunicazioni all'interno delle proprie risposte: so di approfittare troppo ma digitando sul pc e' un po' come suonare...grazie sempre a tutti
  12. ...d'accordissimo, caro Simone!!! Diciamo che Asimov, essendo un tuttologo divulgatore, forse usava la "provocazione"come metodo per slatentizzar le reazioni istintive di chi gli stava di fronte e venirlo a conoscere meglio: a volte puo' essere rapido ma brutale! Resta pertanto un "adagio" che andrebbe contestualizzato...se mai lo meriti!
  13. caro Dino, a mio parere non si puo dare una connotazione negativa ad una bicicletta perche non riesce a volare come un aereo perche non e nata con quelle caratteristiche ma non si puo neanche proibirle di usare per es. la tenacia (di cui molti geni spesso mancano...) per sognare di essere un aereo.. forse Asimov voleva riferirsi alla mancanza di umilta ed autocritica del pianista oggetto della sua ira pero ti assicuro che vivere con un genio nella quotidianita ha sempre dato del filo da torcere alla societa perche fortemente "diversi": ad es. Socrate per la povera Santippe, Mozart di cui puoi trovare pesanti rifermenti psichiatrici, Caravagg.io etc etc. insomma la genialita' spesso se la godono le generazioni successive ma non i contemporanei!!! e allora perche' accanirsi su un pedante scheletro: ammesso che Asimov sia stato in grado di dare un giudizio obiettivo e competente dovrebbe aspettare il famoso adagio "ai posteri l'ardua sentenza"
  14. io la interpreto in questo modo: tutte le attività umane si possono fare in due modi: - solo tecnicamente e ciò porta di solito ad una ripetizione (ancorché corretta ) di ciò in cui siamo impegnati : cioè è quello che lo "scheletro" di Asimov può fare come insieme di leve motrici (musicista tecnicamente perfetto) - tecnicamente ma anche interpretando (o cercando di interpretare) da molteplici punti di vista ciò che si fa per es. nel caso del pianista interpretando il compositore ma anche il sentimento che quel pezzo ha suscitato in noi per sintonia spirituale con l'autore. Essendo io un neurologo la mia interpretazione può anche essere data in questo modo: le zone cerebrali implicate nell'attività musicale sono molteplici (RMN funzionale) e interessano vari livelli: . il livello + semplice, meccanico, è la corteccia motoria che tramite muscoli e "scheletro" esegue meccanicamente . la sottocorteccia e tra queste la famosa amigdala, ma anche zone di memoria "istintuale" ancora non definite perché troppo complesse e variabili da individuo ad individuo con le quali il musicista da anche "anima" al sé che interpreta ed all'anima de compositore che ha suscitato questa "corrispondenza" con lui (e tante + sono le persone che "suonano i suoi pezzi" tanto + l'autore è "universale" e sopravvive nel tempo fino alla fine del mondo): questo non fa parte di dotte e perfette interpretazioni ma della parte più sublime dell'uomo. Ecco perché un pezzo suonato è completamente diverso (a parità di note) a seconda di chi lo suona(ed in che momento lo suona) e a seconda di chi lo ascolta (ed in che momento lo ascolta) ma un pezzo non va mai suonato solo con "lo scheletro"!!! In questo caso sono solo degli "idioti" anche se non mi sento di dare un tono così negativo a chi non può fare altro che così perché il suo cervello non è dotato delle altre caratteristiche che differenziano un genio da un ripetitore passivo!!!
  15. 5 Dita

    sempre grazie a Paolo e Simone.... ed ai miei compagni!!!!!!!!! Sarebbe interessante conoscere anche la familiarità della "genialità" musicale ed in particolare le indagini sulle caratteristiche fisiologiche ed anatomiche dei centri cerebrali deputati a questa particolare "pre-disposizione"di cui sono sicuramente dotati i nostri relatori...un abbraccio Assia
×