Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

GILDA

Membro
  • Content Count

    128
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    5

GILDA last won the day on February 13 2014

GILDA had the most liked content!

Community Reputation

60 Ottima

2 Followers

About GILDA

  • Rank
    Membro Avanzato

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Città di residenza
    SAN PIERO A SIEVE
  1. Mi associo anch'io e auguro a tutti voi buone Feste.
  2. Alexander Markov 2° premio concorso Paganini 1982
  3. Deliziatevi .......guardate un pò questo tizio.... https://youtu.be/CPVUfcQe9og
  4. Ho sentito Lang Lang in tv suonare diverse cose di Chopin.....Non mi piacque per niente, però non essendo pianista gridai dentro me allo scandalo pensando di essere una gran presuntuosa nel non piacermi un gradissimo virtuoso come Lang Lang... e forse dovevo rivedere il mio modo di comprendere Chopin...forse avevo sbagliato tutto...forse Chopin non voleva dire quella cosa lì in quella maniera lì come invece io avevo sempre pensato certi fraseggi .Ringrazio Simone che con il suo intervento mi ha chiarito molte cose. Per prima cosa che non mi sbagliavo, lo Chopin che comprendo è come quello che ha in mente Simone. Sono anche perfettamente d'accordo che per essere grandi musicisti non basta essere dei grandi atleti . Mi torna in mente a riguardo proprio una frase del nostro Chopin a una sua allieva dopo che essa gli ebbe riportato le sue impressioni sentendo un concerto di Liszt: " il traguardo finale è la semplicità. Dopo aver dato fondo a tutte le difficoltà, dopo aver suonato una quantità immensa di note e note, ciò che emerge come l'ultimo suggello dell'arte è la semplicità con tutto il suo fascino . Chi voglia arrivarci subito non ci arriverà mai; non si può cominciare dalla fine. Per raggiungere questo traguardo bisogna avere studiato molto, addirittura immensamente; non è una cosa facile"...
  5. Non sono un tecnico però anche secondo me hai ragione e anche Paolo mi aveva già avvertito di questa possibilità....come mai il tecnico invece di allineare il martello sulla corda vuole rasare tutta la martelliera? . Vedo che sei accordatore, conosci nessuno su Firenze che sia veramente in gamba?
  6. Grazie a tutti . Rispondo subito a Simone che la tentazione di chiamare Paolo è tanta ma purtroppo il buon senso mi fa tornare alla realtà. E' troppo lontano per me . Io ho bisogno di trovare un tecnico della mia zona al quale dare la mia fiducia e il mio pianoforte , un tecnico che venga spesso da me e che possa chiamare senza problemi quando ne ho bisogno . Per l'accordatura poi sono pignola e il mio pianoforte , oltre ad avere bisogno delle solite manutenzioni annuali , deve anche essere restaurato nella meccanica e ( secondo me ) forse anche la tastiera . Lo so che sarebbe meglio ne comprassi uno nuovo ma ci credete se vi dico che girando nei vari negozi non ho ancora trovato un verticale nuovo con un suono come il mio ? Schimmel compresi !!! Sembra un coda ( non esagero ). Sono incavolata a mille....possibile che non si trovi un bravo accordatore su Firenze? Rispondo a Pianoaccordatore : la nota ovattata è proprio quella a cui è stata cambiata la corda (salendo è il secondo re dopo il do centrale ). Il tecnico mi ha detto che per farla tornare a suonare come prima bisogna rasare tutta la martelliera e dargli l'appretto. A me mi sa di presa in giro perché l'ho rasata l'anno scorso . Oltre a questo ho ancora il pianoforte scordato...su Firenze siamo proprio messi male. Come si fa a dare fiducia a un tecnico che accorda pure male? Guardate non mi voglio dilungare oltre sono troppo scoraggiata
  7. Grazie delle risposte. Mi sa che qua sono nei guai. Non riesco a trovare un bravo tecnico e neanche un bravo accordatore. Dopo l'accordatura per me il pianoforte è sempre scordato con in più queste problematiche. Sicuramente i martelli avranno dei solchi perché suono tutti i giorni ma mi sembra eccessivo dover rasare la martelliera tutti gli anni.....Nessuno sa darmi dei nominativi per un bravo tecnico nella piazza di Firenze? Veramente ci tengo a trovare un tecnico come si deve.....
  8. Ciao a tutti, ho chiamato l'accordatore della mia zona per accordare , cambiare due corde e sistemare un re che non ribatteva bene. Dopo che ha cambiato la molla di questo re perché usurata, il tasto ha riacquistato il suo brio e agilità ma il suono è peggiorato notevolmente.Il suo suono è nettamente più fioco rispetto agli altri tasti, come ovattato. Ho richiamato il tecnico il quale mi ha detto che non gli si può fare niente se non intervenire su tutta la martelliera rasandola e intonandola. Mi ha detto anche di intervenire con l'appretto. Non so cosa sia questo appretto e se sia o no un bene fare sta cosa. premetto che la martelliera è stata gia rasata l'anno scorso e non mi va mica tanto di rifare così presto questa cosa. Però strano che il suono del pianoforte è peggiorato dopo l'intervento del tecnico. Alcuni tasti sono più fiochi rispetto agli altri rendendo non omogenea la resa acustica.....che faccio ?
  9. Secondo me Simone ha detto delle cose sacrosante....concordo in tutto. Il problema arte ( in questo caso la musica ), in Italia è solo 1 dei tanti problemi attuali che ci troviamo sulle spalle. Con la scusa dei soldi si è venuto a creare un degrado di gusto totale ovunque. Da anni l'Italia non investe più in niente, nessun settore, e questo non fare niente , ha portato allo sfascio di tutto. La distruzione della cultura ( e in questo caso l'arte in tutte le forme ) porta purtroppo al degrado , al disinteressamento verso ciò che è bello.... con la conseguenza che i nostri giovani se ne infischiano di Muti o altro, mostrando quanto il loro gusto sia decaduto . Abbiamo davanti uno scenario desolante, dove il nulla è protagonista.....ma io mi chiedo.....sono proprio necessari i soldi per fare arte? Guardiamoci indietro nei secoli. Nell'800 quando i più grandi artisti si ritrovavano nei salotti Parigini . Quando si esibivano mica venivano pagati...eppure in quei salotti dell'epoca la più "grande arte" era protagonista. Capolavori venivano sfornati ogni giorno "gratis".....Mi rendo conto che oggi è diverso.... abbiamo bisogno di portare il pane da mangiare a casa ma anche prima avevano tutti lo stesso problema...ma mica smettevano di fare arte!!! Continuavano a comporre, a esibirsi, magari sottopagati, alcuni facevano proprio la fame...non mi fraintendete....non dico che sia giusto, per carità!!! Sarebbe giusto invece che una nazione capisca quanto l'arte sia necessaria ma se ciò non avviene un vero artista non deve assolutamente rinnegare ciò per cui ha studiato tanti anni, ciò per cui il suo temperamento, carattere, istinto la ha portato sin dalla nascita. Il talento è una cosa seria, il talento ha creato i geni, i capolavori.....ha fatto sognare nei secoli miliardi di persone. Il talento passa alla storia e ne rimarrà inciso per "sempre" . Tutti i musicisti non possono smettere per l'incapacità di chi ci governa....
  10. Grazie Paolo, sei veramente carino a ricordarti di me e ad inviarmi energia positiva. Ne ho veramente bisogno. Purtroppo le cose vanno male come ho scritto sopra . Spero solo che il tempo mi aiuti a riprendermi. Purtroppo posso suonare poco, non resisto più di 1 ora e 1/2 circa con conseguenti dolori.....speriamo......
  11. Mi è successo anche a me una volta proprio nello stesso punto dell'arco......certo però che sfortuna.....in concerto!!!
  12. Ciao Frank, ciao Paolo.....vorrei tanto potervi dire che va bene , invece purtroppo va malissimo. Sono passati 3 mesi e mezzo dall'intervento e ho problemi serissimi alla spalla perché l'intervento non è riuscito bene. Purtroppo avevo 3 fratture scomposte , una all' omero, un'altra alla testa dell'omero e un'altra al trochite. Si è scoperto dopo l'intervento che il trochite è rimasto staccato o meglio una vite ha fatto cilecca e non l'ha preso. Risultato: dolori dietro la spalla con tendiniti e torcicolli ( perché dal trochite passano tutti i tendini ). Siccome sembra che mi hanno operato male stanno cercando di sbolognarmi e di far finta di niente. Per fortuna un medico coscienzioso si sta prendendo cura della situazione e mi ha fatto una radiografia particolareggiata e con questa dovrei vedere un professore specialista della spalla il prossimo 25 agosto . Anche se non vado volentieri sotto i ferri cercherò di farmi rioperare prima possibile per risolvere la situazione perché così mi è impossibile suonare ne tantomeno dormire la notte. La qualità della mia vita è pessima e sono tre mesi e mezzo che non riesco più a suonare decentemente. Ovviamente non ho resistito dal farlo e per dirvi la verità suono anche con forti dolori, smetto solo quando non ne posso proprio più con conseguenza insonnia notturna per dolori atroci....Mi manca la musica, il mio strumento, il mio suonare di sempre..... il mio modo di esprimermi nella musica ...ho sempre suonato da quando avevo 5 anni e per me è una disgrazia quella che sto vivendo.....Voi musicisti potete capire ......e pensare che mentre mi portavano in sala operatoria mi raccomandavo che mi operassero bene perché suonavo
×
×
  • Create New...