Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Laboratorio Forma Sonata 2012


Frank
 Share

Recommended Posts

Scrivere un brano in forma sonata sul tema allegato.

 

Organico: libero (*)

 

Prima pubblicazione 30/09/2012

 

Partecipanti: nessuna limitazione, chiunque abbia voglia di cimentarsi

 

 

----

(*) Visto che c'è chi parlava di orchestra, l'allegato può essere inteso anche come una "riduzione"

Laboratorio Forma Sonata 2012 - Tema .jpg

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Sto cercando di fare l'analisi:

 

Battuta 1: I

Battuta 2: VII6

Battuta 3: I6

Battuta 4: IV

 

Mi sembra abbastanza chiaro, quello che non mi spiego è come mai suona così bene nonostante un armonia relativamente complessa o comunque meno elaborata di quella del laboratorio per pf?

 

Le ultime note sono così perchè libere?

Link to comment
Share on other sites

Le ultime note sono così perchè libere?

 

Si, in realtà non ho proposto le classiche 8 battute ed una cosa relativamente semplice perché la forma sonata è impegnativa, meglio fornire solo uno spunto e lasciare liberi i forumisti di spaziare con la loro fantasia e completare il primo tema a proprio piacimento (anche più gratificante) … quindi più aperto come numero di possibilità.

 

Inoltre

 

- nella sua essenzialità si presta agevolmente ad essere orchestrato per diversi organici

 

- se uno non avesse tempo di scrivere un tempo di una sonata o qualsiasi cosa gli venga in mente, ha uno spunto per partecipare anche proponendo un breve pezzo per pf, così può essere coinvolto anche chi non è avanti con gli studi...la butto li ;)

Link to comment
Share on other sites

quello che non mi spiego è come mai suona così bene nonostante un armonia relativamente complessa o comunque meno elaborata di quella del laboratorio per pf?

 

 

Il fatto che le triadi non arrivino mai direttamente e sempre nascoste da ritardi, la presenza di cromatismi, la disposizione delle voci, la partenza il levare ... sono tutti (e insieme) degli ottimi ingredienti per un buon tema.

 

L'armonia in generale fa una parte del lavoro e comunque un VII5dim (anche se in primo rivolto), un I 76, etc aiutano sempre ... direi che sono un classico ;)

 

Io lo completerei arrivando a 5, 6 o 8 battute per definire il primo tema...

Link to comment
Share on other sites

Grazie per le spiegazioni, sto abozzando ad una possibile risposta. Mi spiazza un po' il discorso di Eagle sulle 5, 6 o 8 battute... :wacko:

 

In base alle possibilità offerte dal tema ci sento 5, 6 o 8 battute per completare il tema. Se vuoi scrivere una romanza, con 4 di risposta arrivi comunque a 8 ;)

 

Spero sia più chiaro

Link to comment
Share on other sites

...ti riferisci ai 2 cromatismi?

 

:D

 

Se per quello, ci sono 2 scuole di pensiero.

C'è chi mette le note della tonalità e chi rispetta in generale la logica del cromatismo discendente (quindi bemolli) o ascendente (diesis)...la sostanza non cambia e onestamente manco la forma.

 

Cosa intendi PuntoCoronato?

Link to comment
Share on other sites

Se per quello, ci sono 2 scuole di pensiero.

C'è chi mette le note della tonalità e chi rispetta in generale la logica del cromatismo discendente (quindi bemolli) o ascendente (diesis)...la sostanza non cambia e onestamente manco la forma.

 

Ma io sono d'accordo con quello che scrivi, infatti se prendiamo il cromatismo discendente, dimenticandoci per un attimo del ritmo:

 

re reb do dob sib

 

ha come corrispettivo moto contrario:

 

sib si do do# re

 

Nell'ipotesi di sfruttare quest'ultimo frammento nel brano, potremmo avere … sempre pensando a sol-:

 

I6 V/IV IV #IV V

 

Questo avrebbe una logica anche a livello funzionale.

 

Ma tornando all’originale, scrivendolo eventualmente come re do# do si sib e pensando sempre a sol-, se è "vero" che si avrebbero le note di sol- (? si bequadro) è anche vero che :

 

#IV che va a IV? … il quarto alzato è una forma di tonicizzazione del quinto, dovrebbe salire

 

Si che va a Sib? In sol minore sarebbe un cambio di modo. Certo, Scriabin l’avrebbe usata come appoggiatura

(terza maggiore verso terza minore), però avrebbe usato un altro contesto ;).

Infatti un tema di Scriabin è stato già usato nello scorso LAB per il pezzo per pf, meglio cambiare di volta in volta, anche per dare varietà :D

 

Considerando che in fin dei conti reb e dob sono note di passaggio in un cromatismo discendente e funzionalmente non ci vedo un gran valore aggiunto nel do# e nel si bequadro, adesso penso che PuntoCoronato forse si riferisse ad altro e sono curioso.

 

Comunque dopo aver buttato nel cesso Grieg, fatto a pezzi Scriabin e criticato il tema del prossimo LAB per il pf (di cui non ho ancora fatto nomi, ma penso contenga un difetto e non di scrittura ;) ) … non mi meraviglio di niente ;)

 

Mi associo alla richiesta di Eagle, a cosa intendi PuntoCoronato?

Link to comment
Share on other sites

Premettendo che ho voglia di imparare e non polemizzare.

Secondo gli studi che sto facendo e secondo i canoni della musica classica, in quel passaggio si dovrebbe usare do# anche se stiamo scendendo e si naturale.

Mi sbaglio? Tenendo presente solo la musica classica diciamo fino al Romanticismo?

Cioè voglio sapere solo per curiosità se questo tema fosse stato scritto da Schubert usava do# e si naturale secondo voi?

Link to comment
Share on other sites

Esatto

 

...lo sospettavo, avrai letto che però non ci sono molte ragioni, è proprio un discorso di convenzioni...certo, se stai pensando ad una decontestualizzazione, fai quello che ritieni opportuno ;)

 

Avrai notato che nei precedenti laboratori nessuno si offende se qualcuno mette mano ai temi :D, l'importante è sporcarsi le mani...questo è veramente semplice, spero che i più timidi si facciano coraggio :)

Link to comment
Share on other sites

Premettendo che ho voglia di imparare e non polemizzare.

Secondo gli studi che sto facendo e secondo i canoni della musica classica, in quel passaggio si dovrebbe usare do# anche se stiamo scendendo e si naturale.

Mi sbaglio? Tenendo presente solo la musica classica diciamo fino al Romanticismo?

Cioè voglio sapere solo per curiosità se questo tema fosse stato scritto da Schubert usava do# e si naturale secondo voi?

 

Se citi Schubert sei nel primissimo romanticismo, sai che si articola su 3 periodi...io si bequadro lo vedo veramente maluccio per un primo romanticismo. Lo trovi in Scriabin, per cui tardo romanticismo.

 

Il do# probabilmente si, ma bisognerebbe vedere il tipo di armonizzazione ;)

Link to comment
Share on other sites

Premettendo che ho voglia di imparare e non polemizzare.

Ci mancherebbe altro...anzi, una domanda molto stimolante la tua.

 

Forse c'è da imparare molto di più dai Jazzisti, in fin dei conti conta come suona...il resto sono veramente dettagli a contorno :D

Link to comment
Share on other sites

In base alle possibilità offerte dal tema ci sento 5, 6 o 8 battute per completare il tema. Se vuoi scrivere una romanza, con 4 di risposta arrivi comunque a 8 ;)

 

Spero sia più chiaro

 

Fatico un po' Eagle e beati voi che riuscite a fare pure le pulci ai temi ... :unsure:

Link to comment
Share on other sites

Cioè voglio sapere solo per curiosità se questo tema fosse stato scritto da Schubert usava do# e si naturale secondo voi?

 

Io non lo so :P

Però sul mio libro di teoria c'è scritto che nei cromatismi discendenti si usano i bemolli e in quelli ascendenti i diesis; ragionando in termini tonali, penso abbia ragione Eagle...essendo note di passaggio e non essendo note importanti ai fini della identificazione dei gradi di una scala o di un armonia, forse è solo un problema di comodità di scrittura....

 

... :ph34r:

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Mi spiegate perchè in questo passaggio e per tutto il brano l'autore (Rimsky-Korsakov) e come lui tutti gli altri grandi autori di musica classica usano sempre il quarto grado e il settimo grado aumentato nel modo discendente? Penso che non centra niente l'accordo che vi è sotto e tanto meno che si tratti di note reali o di passaggio, ma centra soltanto la tonalità.

 

PS il brano in questione è il famoso volo del calabrone.

post-948-0-65555000-1334840622_thumb.jpg

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...