Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
clemens

università e conservatorio

Recommended Posts

Ciao a tutti!

 

sono iscritta al terzo anno di università e mi sono appena immatricolata al primo anno di triennio accademico in pianoforte.

Ho intenzione di laurearmi all'università il prossimo giugno 2015. Acquisirò 60 cfu (prova finale compresa).

Per quanto riguarda il conservatorio, pensavo di registrare fino a giugno 30 crediti (in modo tale da arrivare a 90 cfu giusti!) e, una volta laureata, dare a settembre i restanti esami (equivalenti a 30 cfu).

Posso farlo,vero? Questi 30 crediti registrati a settembre non si conteggiano nei 90 cfu da non superare, giusto? Io pensavo di no, perchè io a settembre 2015 non sarò più iscritta ull'università in quanto già laureata.

 

Spero di essere stata chiara

 

Vi ringrazio intanto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sfugge una cosa, sono i cfu certificati dal conservatorio che si vogliono usare per l'università o viceversa? Nel senso che non tutti gli esami validi per il conservatorio sono accettati anche all'università (a proposito, quale facoltà) per cui un check lo farei.

 

Per il viceversa funzionano solo alcune materie, dal topic leggo che ti riferisci ai cfu in senso assoluto, per totali..magari hai già fatto le dovute verifiche ...ma sulla carta passare 60 CFU a destra e sinistra mi sembra tanto.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Rotore, penso che Clemens intenda il massimo di CFA accumulabili in un anno, al mio punto di vista non c'è una regola applicata di fatto, non so se mai nessuno sia arrivato a 90 CFA in un anno ma un amico che aveva un sacco di crediti per via di altri esami che aveva già sostenuto in un altro triennio, praticamente ha raggiunto una cifra considerevole, che sfiora i 90.

 

Sicuramente Zedef saprà essere precisissimo, eventualmente mandagli un messaggio privato :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

si esatto, mi riferisco ai 90 cfa massimi che si possono cumulare in un anno.

In pratica per giugno registrerò 60 cfu universitari+30 cfa al conservatorio.

La mia domanda in soldoni era: Una volta laureata in lingue a giugno, non vale più la regola dei 90 crediti massimi??Per me NO. Perchè sarò iscritta SOLO al conservatorio, dopo la laurea.

Mi sono posta questo problema in quanto a settembre vorrei dare ulteriori 30 crediti in conservatorio, finendo tutti gli esami previsti per il primo anno.

Share this post


Link to post
Share on other sites

La doppia iscrizione è disciplinata dal DM 28 settembre 2011 ( http://attiministeriali.miur.it/anno-2011/settembre/dm-28092011-%284%29.aspx ) il quale dice due cose:

1. che i crediti complessivi (max 90) si considerano nell'intero anno accademico

2. che i piani di studio si presentano anticipatamente e vanno rispettati.

Per cui non credo possibile la soluzione di conseguire altri 30 crediti (oltre ai 90 già ottenuti) post conseguimento della laurea nello stesso anno accademico.

 

Per sicurezza domani verifico.

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

ma allora scusa nel caso in cui una persona si ritirasse (non laureasse) dall'università, deve rispettare ancora il vincolo dei 90 crediti??

una volta laureati, non si è più studenti...la stessa cosa accade ad esempio agli studenti part time dell'università (iscritti a questo regime per lavoro o per assistenza invalidi)...loro sono obbligati a informare l'università in caso di variazioni (ad esempio...se uno studente non ha più un invalido da assistere in quanto deceduto, in teoria cade lo status di studente part time perchè non ci sono i requisiti).

La cosa è ambigua però..

Zedef grazie intanto

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'anno accademico è complessivo, credo abbia ragione Zedef. E se hai un problema di questo tipo è meglio essere certi su cosa fare... Io ho avuto un problema simile che mi ha fatto rinviare la laurea di tre anni... ... ...

Male che vada, la soluzione "casalinga" sarebbe sostenere gli esami incriminati in conservatorio ma farli verbalizzare alla sessione successiva. Questo a meno che non siano obbligatori per il passaggio all'anno successivo. E il tutto va ovviamente discusso con i docenti di riferimento e magari anche con la segreteria.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io opterei, una volta conclusa l'università, per una comunicazione al direttore con richiesta di ritorno al regime completo. In virtù dell'autonomia potrebbe anche accettarla (anche se il DM citato, a mio parere, lascia poco spazio all'iniziativa personale). Va anche considerato che il regime di tempo parziale prevede la diluizione di un anno accademico in due e di norma il recesso dalla scelta è consentito solo a inizio anno successivo.

La soluzione proposta da Thallo, ovvero il sostenere esami che verranno verbalizzati successivamente, potrebbe essere valida ma difficilmente praticabile visto che i verbali d'esame dei Conservatori sono cartacei e riportano data e firme. Capitasse mai che tu sostenga un esame il 15 ottobre, i docenti lo firmassero senza data per verbalizzarlo a febbraio e poi uno di questi venisse trasferito..

 

Parlane col direttore.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Capitasse mai che tu sostenga un esame il 15 ottobre, i docenti lo firmassero senza data per verbalizzarlo a febbraio e poi uno di questi venisse trasferito..

In effetti Zedef

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...