Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Solminore

Membro
  • Content count

    32
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Solminore last won the day on Ottobre 23 2013

Solminore had the most liked content!

Community Reputation

6 Neutrale

1 Follower

About Solminore

  • Rank
    Membro

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    Bologna
  1. Vero o falso?

    Forse all\'astronauta piaceva il chiaro di luna...e una volta sulla luna.... Ma che idiozie! Scherzi a parte non sapevo nemmeno ci fosse una simile leggenda che leggenda non è, al più sarà un aneddoto!
  2. Migliorare l'acustica

    Grazie per aver spostato in un topic effettivamente più appropriato...
  3. [...da ] http://www.pianoconcerto.it/forum/index.php?/topic/2761-parziale-isolamento-pianoforte-verticale/ Ritorno un pò sull\'argomento perchè anche io ho lo stesso problema. Sabato mi è finalmente arrivato il pianoforte nuovo (prima suonavo su un digitale) e avendolo messo in una stanza ancora vuota il rimbombo è molto fastidioso. A breve comunque la stanza verrà arredata quindi ci saranno un divano qualche mobile un tappeto, etc....quindi non so che effetto farà dopo, tuttavia vorrei capire come limitare il rimbombo... Premetto che i miei interventi non hanno l\'obiettivo di insonorizzare ma di migliorare l\'acustica (che penso anche si traduca in un suono più gradevole percepito all\'esterno). La stanza è di circa 30 mq. Secondo voi che interventi potrei fare? Ad esempio mettere un pannello fonoassorbente dietro al pianoforte è utile? Oppure metterli in alto agli angoli ? O in altri punti strategici tipo qualcosa anche sulle altre pareti? E in caso di che dimensioni devono essere questi panelli e quegli messi agli angoli? Ho visto che ad esempio al Le Roy Merlin vendono i pannelli e il costo non mi sembra alto....quindi me li potrei facilmente procurare...però sulle loro dimensioni e sul quanti e dove posizionarli non ho idea.
  4. Scommessa

    @Zazza Questa è una questione diversa...sicuramente anche in passato certa musica era di nicchia...andare in teatro era un modo per mettersi in evidenza...un evento di alta società.... La povera gente non aveva mezzi ne la possibilità di ascoltare la cosidetta musica colta, cosa che oggi non è così...Prima anche ad avere la volontà mancavano i mezzi (pazienza!) oggi invece abbiamo i mezzi ma manca la volontà, l\'interesse...e non solo di noi cittadini comuni, ma soprattutto da parte delle istituzioni che non fanno altre che umiliare la cultura in generale. Ho molti amici musicisti per professione, bravissimi e talentuosi, che dedicano ore e ore di studio al giorno (parlo in generale non solo di pianoforte) e fanno una gran fatica a campare.... suonano per pochi euro e chi ti fa suonare sembra quasi ti faccia un favore....E\' capitato anche a me sentirmi dire farsi del tipo \"eh ma tanto si tratta solo di mezz\'oretta\" ...e quindi? Altro esempio, ho assistito circa un anno fa ad un concerto (ingresso libero) a 4 mani finanziato dalla provincia....in sala circa 15 persone, di cui 10 sono andate via dopo la metà del secondo pezzo, al che le due pianiste dopo 3 pezzi si sono alzate dicendo con forte disappunto che il concerto si concludeva lì. Mi sono vergognato! I mezzi e la possibilità oggi ci sono, è la cultura e la volontà che manca....e fin quando pseudo politicanti declarano che con la cultura non si mangia...la possibilità di un cambiamento è quasi nulla.
  5. Scommessa

    Tra i tuoi amici Fb che percentuale c\'è di \"gente comune\" e di \"addetti ai lavori\" ? E\' chiaro che se un sondaggio del genere è rivolto ad un pubblico che per buona parte è costituito da musicisti (professionisti o amatori) o anche da semplici appassionati è chiaro che Mozart stravince... Inoltre l\'esecuzione delle variazioni era ben curata e ben fatta (si vede che ci hai studiato sopra un bel pò!) mentre il brano di yiruma era meno curato (ma come è giusto che sia, dato che era a prima vista).... Sarebbe interessante eseguire il sondaggio su un pubblico \"standard\" o suddiviso per fasce di età.... Ad esempio tra i miei amici di FB quelli che condividono/pubblicano brani classici sono veramente pochissimi e di norma hanno un\'età dai 35/40 in su....deduco che ad esempio nelle fascia 18-35 certa musica è sconosciuto o comunque poco apprezzata....e questo secondo me è il dato preoccupante... Naturalmente il mio è un discorso generico da cui si potrebbe prendere spunto per altre indagini e approfondimenti, ma non vuol assolutamente sminuire il risultato del test..
  6. Scommessa

    Il risultato credo purtroppo sia scontato.... Io sono stato quasi costretto a suonarla perchè essendo la colonna sonora di twilight la ragazza di mio fratello mi ha fatto una capoccia così, pazienza ho dovuto accontentarla. Ma il punto è proprio questo, questo tipo di musica commerciale, te la sparano ovunque, nei film, nelle pubblicità, alla radio....addirittura l\'hanno pure messa come colonna sonora del filmino di nozze di mio cugino....Ergo chiunque conosce quel motivetto, che associandolo alla scena del film diventa anche simbolo di amore e romanticismo! Insomma una una cosa assurda! Ma tutti dall\'incompetente (musicalmente parlando) all\'amatore al professionista conosco questo pezzo di Yiruma! Addirittura ti guardano male se non la sai suonare! Ricordo una volta il giorno di Natale ero ospite a casa dei genitori di un mio amico dove c\'era un pianoforte....La cugina (che avrà avuto all\'incirca 18 anni) mi ha detto \"la sai fare quella di twilight\"!!!! Non mi ha mica detto \"mi fai ascoltare la variazione numero x di Mozart, oppure lo studio numero y di Chopin....\" Mediaticamente siamo bombardati su tutti i fronti da musica mediocre...la gente va sempre di fretta non ha ne l\'interesse ne il tempo per ascoltare qualcosa di serio e non ha nemmeno la sensibilità per poter comprendere qualcosa di serio. Viviamo tempi mediocri, e i tagli continui alla cultura su tutti i fronti di certo non fanno migliorare le cose. Qui potrei aprire un capitolo a parte e una polemica infinita....ma tanto non servirebbe inutile penso bisogna rassegnarsi....alla fine chi ha la possibilità e la capacità di scegliere resterà sempre una nicchia, purtroppo sempre più piccola.
  7. Figure da..... musicista

    Frasi celebri del direttore dell\'orchestra di fiati in cui suono: \"stiamo facendo musica per orchestra non siamo i pink floyd!\" \"Adesso che vi siete sfogati...suonate con gusto!\" \"é un campanello non un gregge di pecore!\" \"complimenti per dolcezza del suono...mi avete spettinato!\" \"ma non è così...è un tà un tà tatatàtta!\" \"sax baritono non siamo in crociera! devi essere leggero!\"
  8. Chopin era Gay?

    Riflettendoci bene però Il titolo della trasmissione è \"Sostiene Bollani\"... quindi in effetti è il suo punto di vista, da qui forse la certezza con cui dice le cose. E\' un suo parere no la verità assoluta!
  9. Chopin era Gay?

    @Chopin Bollani lo ha dato per certo...ecco perchè dico che a volta dovrebbe cogliere l\'occasione per tacere... così come quando da per scontato che uno strumento antico suoni meglio di uno recente...certezza? No..dipende da caso a a caso e da tantissime variabili!
  10. Chopin era Gay?

    @Thallo Riguardo a caravaggio facevo riferimento ad altri aspetti della sua vita, ovvero la sua vita abbastanza rissosa! Si dice abbia anche accoltellato un uomo durante una rissa. E\' ovvio che certi aspetti sono rilevanti se entrano direttamente nell\'opera prodotta dall\'autore, altrimenti diventano irrilevanti. Che caravaggio fosse un rissoso non penso sia rilevante nel giudicare le sue opere, così come penso sia irrilevante il fatto che chopin fosse o non fosse gay.... Mentre ascolto (o suono) ad esempio il notturno 20 in Do# (è solo un esempio ma vale per tutto), mi emoziono e a me personalmente trasmette molto, ma non vedo come in quella composizione posso trovare dei nessi sulla vita sua sessuale! Thallo ti ho anche difeso .. Secondo me si fa fatica a capire quando due persone dicono la stessa cosa ma in termini diversi!
  11. Chopin era Gay?

    Sicuramente, ma infatti va bene parlarne, resta il fatto che non si può avere la certezza...Ritornando al titolo del post...se uno mi chiedesse \"chopin era gay?\" la risposta che darei non sarebbe un si o no certo...per tutte quelle cose di cui si è parlato...quindi il dubbio resterebbe!!! L\'importante e non pregiudicare il valore artistico con la vita personale dell\'autore, questo vale per Chopin, come per qualunque artista! L\'unica cosa che mi è dispiaciuto è vedere degli utenti del forum che \"litigano\" su una questione musicalmente irrilevante!!!
  12. Chopin era Gay?

    Ho seguito con un pò di disappunto questa discussione. A mio avviso il fatto che chopin fosse o meno omosessuale interessa poco....nel senso che il giudizio artistico dei suoi capolavori, deve essere indipendente dall\'orientamento sessuale. Concordo con gilda nel dire che possono esserci dei dubbi analizzando le varie autorevoli biografie, ma ha anche ragione Thallo nell\'affermare che nulla può essere dimostrato, e non si può avere la certezza che fosse gay, lo si può supporre dai vari scritti, ma appunto resta solo una supposizione. Va bene parlarne ma alla fine è una informazione puramente da \"gossip\". Ai fini artistici e irrilevante. Io personalmente tendo a sdoppiare le vicende di vita personale dalla produzione artistica altrimenti si rischia di inficiarne il giudizio. Basta pensare non so a Caravaggio o a Gesualdo di Venosa autore di madrigali e opere sacre che però ha assassinato sua moglie e il suo amante. Ma il fatto di essere un assassino gli ha forse impedito di comporre dolci note? Riguardo a Bollani, se suonasse di più cogliendo qualche occasione per stare zitto sarebbe meglio, evitando di fare dell\'inutile gossip...non è sufficiente i gossip sui vivi, bisogna disturbare pure i morti! Evviva la TV!
  13. Alla fine ho preso uno yamaha P121 nuovo. Non vedo l\'ora che arrivi!
  14. Kawai RX-2 mezza coda?

    Ciao leggo ora il tuo post..(forse è troppo tardi!) Sinceramente non sono un esperto però in questo periodo dovendo acquistare un verticale sto girando un bel po\'...e grazie alla disponibilità di alcuni rivenditori (altri invece sembra quasi ti fanno un favore, vabbè!), e grazie alle preziose informazioni trovate in questo forum, nonché ai consigli del gentilissimo Maestro Ferrarelli, che ringrazio con molta gratitudine e stima....un\'idea me la sarei fatta. Tra l\'altro seppur interessato ad un verticale, quando mi trovo nei negozi provo anche dei coda....Ti dirò i kawai a mio avviso hanno una buona meccanica, veloce e precisa...sarà per via dell\'ABS Carbon che sostituisce il legno nella meccanica...Nei verticali ho potuto notare come sia facile fare trilli e note ribattute a velocità e non perdevano mai un colpo. La tastiera è equilibratissima, insomma li trovo molto gradevoli da suonare....anche se i modelli il cui suono mi è piaciuto di più sono il k5 e il k8 che hanno anche la tastiera in avorite e anche al tatto mi è piaciuto molto. Tuttavia si tratta sempre di suono orientale...e io personalmente preferisco il suono europeo e sono più orientato al repertorio classico. Premesso questo, ho provato anche un coda schimmel e siamo su un\'altro pianeta. Ho provato un bosendorfer e il suono è stupendo. Come meccanica però mi sono trovato meglio con lo schimmel. Peccato che sono pianoforti che costano molto di più (il mezza coda bosendorfer si aggira sui 70 mila!) Per cui avendo la disponibilità economica andrei sui schimmel, bosendorfer, bechstein....o steinway (magari si trovano degli ottimi usati)...Poi dipende dal suono che ti piace di più.... Ad esempio io per il verticale sono orientato per uno yamaha P121 (che ha un suono più europeo)....sebbene mi sono innamorato di uno schimmel che però nuovo costa circa 12 mila... Prendendo uno yamaha ora, ho comunque un buon pianoforte (anche se non è il massimo) con il vantaggio di poterlo rivendere in un futuro con maggiore facilità (gli yamaha e penso anche i kawai hanno un buon mercato, si svalutano meno e si possono rivendere senza svendere!)...con l\'obiettivo magari di prendere un pianoforte di maggiore qualità...ripeto per me schimmel nuovo è stato il migliore verticale che ho provato. Me lo aveva consigliato il M° Ferrarelli...poi ho provato e non posso che dargli ragione....Peccato che a comandare sia la tasca, avendo poi tra l\'altro delle altre spese che devo affrontare in questo periodo. Quindi consiglio a te quello che hanno consigliato a me, prendi un pianoforte che rientra nel budget che ti sei prefissato (se non riesci ad aumentarlo)...prendilo yamaha o kawai (più facile da rivendere )e se in un futuro ti capita l\'occasione di fare un salto di qualità ...non esitare! Questo è quello che farò io! Buona fortuna!
  15. Io mi trovo di fronte ad un bivio. Devo scegliere tra un U1 ricondizionato e un P121 nuovo. Anche a me il venditore ha detto che il p121 ha lo stesso telaio, meccanica, tastiera etc dell\'U1 (attuale). La differenza starebbe nel mobile che è leggermente diverso e nel piano armonico che sarebbe Strunz ed è per questo motivo che dovrebbe avere un suono più europeo più simile quindi ai pianoforti tedeschi. Se l\'hai preso, che opinione ti sei fatto?
×