Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

salvopiano

Membro
  • Content Count

    28
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by salvopiano

  1. Grazie maestro sempre pronto e veloce nel rispondere. In effetti trovo la cosa un Po anomala perché tutte queste prove li ho già fatte. Comunque riprovo a regolare tutto come consigliato. In altri verticale stesso problema ho sempre risolto senza difficoltà magari mi sta sfuggendo qualcosa e non riesco a risolvere. Quando dici di controllare la molla del montante in questo caso consigli di dare un Po piu carica?
  2. Buonasera a tutti gli amici, dopo aver ripristinato tutta la meccanica di un vecchio verticale, perni dii centro, feltro paramartello, f bottoncino scappamento ecc ecc regolato distanza martello corda 4,5 cm, affondo tasto 10 mm, scappamento 3 mm, parata 1.5 cm ecc ecc trovo un problema che non riesco a risolvere .. premendo il tasto al suo rilascio a meta corsa se provo a riabbassarlo il tasto si blocca come se il nasetto viene bloccato col paramartello perché scivola troppo sotto e mi ritrovo il martello a riposo e lo spingitore non riesce a far ripartire il martello se non rilascio tutto il tasto. ho provato varie regolazioni ma non cambia niente. .questo avviene su tutta la tastiera. Un saluto a tutti.
  3. Ti sei spiegato bene .. Vedi se il tasto sia leggermente inclinato di più su un lato su tutta la sua lunghezza se cosi controlla il kasimir della mortase del centro tastiera con il suo perno troverai sicuramente li il difetto e dopo regoli l'affondo. Ciao
  4. Ciao Giovanni farò le verifiche dettagliate quando lo vedrò di presenza dalle foto pare che anche la tavola armonica abbia qualche crepa d'altronde in questi pianoforti datati raramente ho incontrato tavole sane. Vediamo dalle condizione generale farò altre foto x poterli commentare insieme . Un saluto a tutti
  5. buonasera a tutti gli amici mi sono arrivati delle foto di un amico il cui vorrebbe rimettere a posto questo verticale perché molto affezionato . il piano non l'ho ancora visto di persona mi ha fatto avere queste foto x adesso. mi piacerebbe avere un vostro parere riguardo questo somiere dalle foto se non incannano pare ci sia qualche problema. non conosco la marca comunque pianoforte tedesco berlinese meccanica renner che non pare sia messa male mi sembra un bel esemplare . voi cosa ne pensate? appena posso vi faro avere eventualmente altre foto piu' dettagliate. buon 2 giugno a tutti. a presto
  6. Questo e un buon segno strapazzalo x qualche settimana se tutto apposto lo stabillisci a 440 e vedrai che non ti darà problemi. Complimenti. A presto.
  7. Di quanto e calato negla sezione centrale e acuti adesso ?
  8. Non avevo letto la risposta di Giovanni comunque proprio quelle. Concordo come detto Giovanni anche perché non costano molto e risparmi un sacco di tempo
  9. Intendi le molle della noce del martello ?
  10. Carissimo soulman devi considerare che il lavoro da te eseguito non un lavoro da poco ma direi un intervento molto professionale e di competenza x cui dato la tua prima esperienza e normale che qualcosa vada storto. Come trattare le caviglie col tornio non credo sia stata una scelta corretta personalmente credo che di daranno problemi di tenuta. Comunque niente timori vedi come vanno le cose e poi chiedi consigli qui nel forum. In bocca a lupo facci sapere
  11. Ciao soulman intanto ti faccio i miei complimenti per il lavoro, diciamo che più che un piccolo restauro direi che sia stato un restauro abbastanza impegnativo , sostituire il somiere non è cosa da poco specialmente in un verticale, come tutto il resto comunque . spero che il risultato sia stato soddisfacente. Hai controllato la carica nei ponticelli? Il foro di 0.25 rispetto la misura delle caviglie anche a me sembra un po pochino come diceva pure giovannig. Penso che avrei sostituito tutta la cordiera nuova anche quelli dei bassi? Sarebbe bello poterlo sentire magari se ti va ci mandi qualche registrazione. Io sono di Catania volevo pure chiederti una cosa!! Tutto il materiale come corde, somiere, caviglie ecc l'hai preso a palermo? Opp altrove . non so se a Palermo esiste un negozio che vende materiale per pianoforti... Mi puoi rispondere anche privatamente se vuoi ti lascio la mia e-mail avrei altre cose da chiederti. (Miaemail31@libero.it) ciao ... Salvo.
  12. Buonasera nicpag se le misure sono esattamente come hai costatato tu, allora e evidente che il piano e totalmente fuori regolazione Quando un piano invecchia e si consuma, i martelli diventano più corti, il movimento ritardato tra il montante e la noce del martello aumenta e i paramartelli diventano più sottili, ma il calo del tasto non aumenta di conseguenza. Quindi, il tasto raggiunge il fondo del suo battito prima che il meccanismo completi il proprio ciclo, e il paramartello non può svolgere il proprio compito. In un piano verticale nuovo di solito ciò è causato da un calo del tasto inadeguato in proporzione con il battito del martello come diceva giustamente il maestro paolo come un scappamento troppo vicino alle corde o i paramartelli fuori regolazione il cui causano il problema.. x cui nel tuo caso si tratta semplicemente di una corretta regolazione di tutte le parti in questione. Per la regolazione dello scappamento confermo che ci vuole un utensile adeguato per girare la vite a occhiello come hai gia notato, x cui trattasi di un piano in garanzia ti consiglio di non provarci se non possiedi l'attrezzo corretto per evitare danni. Non condivido la scelta del tecnico sul fatto di aspettare che si assesti il meccanismo e regolare alla prossima accordatura altrimenti non mi spiego il perché quando acquisti un pianoforte nuovo ti chiedo dai 300 - 500 euro per la preparazione che consiste tutte le adeguate regolazioni, accordatura e intonazione.
  13. buonasera vincenzo83. personalmente prendere un kit che costa 300 euro senza avere la certezza della qualità dei prodotti ci penserei un po con quella cifra x quello che vuoi fare tu puoi anche prendere il tutto che ti serve alla FTP e sei sicuro di avere materiale di qualità. il piano e un verticale o un coda?
  14. Penso che sia proprio un problema del software io l'ho provato con endrabbi e il risultato non cambia nella parte dei bassi ( ultime 2 ottave ) il software comunque non mi sembra malvagio x essere gratuito ma credo che debba essere migliorato non mi pare molto stabile
  15. Magnalf che microfono hai usato x la registrazione ? Lo chiedo pure a Giovanni...
  16. Grazie x la risposta come sempre con molta professionalità . cordiali saluti
  17. Grazie x le risposte... X il libro non problem lo ordino sempre alla FTP con p.iva ho un bello sconto grazie lo stesso. Buona serata a tutti.....
  18. Ciao pianoaccordatore grazie tanto per la risposta vedo che sei sempre molto disponibile preparato è preciso nel tuo lavoro questo mi piace perché pure io sono un maniaco della precisione Il Servicing, tuning and rebuilding" di Artur Rublitz l'ho gia ordinato alla ftp che danno abbinato al libro pure il cd con la traduzione in italiano "Il pianoforte da concerto" di Giovanni Bettin se non sbaglio ho letto che x errore ne avevi 2 copie x cui 1 da vendere? se ancora non l'hai venduto ci sentiamo se vuoi magari in privato mi fai un buon prezzo e lo prendo io. So perfettamente che sostituire le caviglie è un operazione molto tecnica come tutto il resto comunque ma se non provo come ho sempre fatto con tutte le altre cose non ci riuscirò mai. Una volta una persona mi ha detto: se vuoi fare una cosa difficile ci devi almeno provare, se non provi non ci riuscirai mai, è se vuoi avere dei risultati devi pure sbagliare. Sono d'accordo con te quando dici che se si sostituiscono le caviglie sarebbe opportuno cambiare pure le corde probabilmente lo farò cosi mi servirà pure come esercizio magari tralasciando quelle dei bassi che hanno un certo costo (anche perche l'uso del piano sarà amatoriale) Il mio era capire con precisione il diametro del foro che viene fatto nel somiere avendo una certa caviglia: mi spiego meglio. Quando si costruisce un pianoforte la casa predispone una caviglia da mettere se la caviglia misura 6,60x57mm, il diametro del foro nel somiere come la sua profondità di quanto viene fatto in modo che la caviglia giri e nello stesso tempo abbia la tenuta giusta? Poi se col tempo il tecnico deve sostituire la caviglia perché ormai lenta di 1 misura più grande ( mi pare di aver letto pure di 2 misure non so se sia corretto) e deve alesare per pulire il foro (sempre se si deve alesare oppure basta sostituire solo la caviglia) la punta che andrà a usare di che diametro deve essere? NEI VERTICALI QUANDO SI BATTONO LE CAVIGLIE OCCORRE UN SUPPORTO X IL BENE DEL SOMIERE COME NEI CODA? GRAZIE ANCORA PER LA TUA RISPOSTA. IN BOCCA AL LUPO X IL TUO BELLISSIMO LAVORO MI FAREBBE MOLTO PIACERE UNA RISPOSTA DEL MAESTRO PAOLO FERRARELLI.
  19. buonasera a tutti, volevo fare una domanda di natura tecnica. Nel percorso di questa mia passione ho sempre cercato di accumulare esperienza nelle accordature, regolazione, sostituzione corde, feltri, perni di centro ecc ecc.. con risultati direi discreti. Adesso sto facendo esperienza su un pianoforte avuto in regalo il cui necessita la sostituzione delle caviglie perché abbastanza lente, ho già provato a battere qualcuna con scarso risultato, x cui vorrei sostituirle. Domanda: ipotizzo una misura a caso Avendo caviglie di misura 6,60x 57 mm il diametro del foro nel somiere e la profondità, di quanto dovrebbe essere in modo che la caviglia giri e nello stesso tempo abbia la giusta tenuta. Nel caso di sostituzione delle stesse, di quanto misure o quale misura si consiglia? ci sono delle percentuale specifiche sulle varie misure da tenere in considerazione nel caso di caviglie anche più grosse? naturalmente tenendo conto che il somiere sia in ottimo stato Quanto deve essere il diametro della punta x ripulire alesare il foro del somiere? Non so se esiste un libro dove riporta tutte queste specifiche nel caso sarei grato se qualcuno me lo segnala saluti a tutti e un grazie per chi abbia voglia di rispondermi.
  20. non mollare se hai passione e tanta pazienza, nessuno nasce accordatore o tecnico, ma visto che in italia non esistono scuole di formazione e nessuno si degna di trasmettere il mestiere (eccetto quel gran signore di paolo e simone che nel complesso del mestiere possa sembrare poco x quello che fanno invece ti garantisco che e tanto) allora bisogna riboccarsi le maniche come ho fatto io, da anni studio su libri, guardo video, consulto forum chiedendo consigli, cercando occasioni di pianoforti un po vecchiotti ma ancora funzionali per poterci studiare, smontare, sperimentare comprando attrezzature adeguate naturalmente ognuno nelle proprie possibilità. avvolte mi chiedo quando tutti questi grandi maestri tecnici accordatori non ci saranno più non trasmettendo la propria arte a chi ha voglia di imparare e magari ai propri figli nipoti non gli frega niente di questo mestiere a chi ci dobbiamo rivolgere per avere un pianoforte accordato ai tedeschi oppure chiamiamo qualche francese? Sono ormai quasi 8 anni che nutro questa passione e ancora oggi sono e mi sento un principiante ma poco importa, l'importate portare avanti la propria passione lavorando x migliorarsi ogni giorno di più. …. Buon lavoro
  21. Piano servicing and rebuilding" di Artur Reblitz esiste pure la traduzione in italiano in cd in coppia col libro
  22. Capisco benissimo... come dice un detto: ogni cosa al suo tempo. Sono sicuro che farai anche quello.
  23. grazie per la risposta simone. ho letto che avevi in progetto di realizzare un software per l'accordatura che potesse elaborare ciò che fa l'orecchio umano. spero che tu non abbia abbandonato questo progetto.
  24. buonasera a tutti, qualcuno di voi conosce o ha mai usato questo accordatore elett. TLA? ho letto che viene usato dai tecnici di pianoforti agli organari ai laboratori artigianali e all'industria, rispetto i programmi tipo verituner, tunelab sono più affidabili o fanno lo stesso lavoro?
×
×
  • Create New...