Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Recommended Posts

Buonasera,

volevo sapere, gentilmente, come si può risalire all'anno di fabbricazione di un pianoforte a coda Yamaha C3 dal numero di serie. Ho visionato oggi lo strumento, ricondizionato, ma il venditore non ha saputo darmi l'informazione. Il costo era di € 9.500,00 e mi è parso abbastanza vecchiotto.

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Al di là del numero di serie...che puoi trovare sui siti Yamaha, è importante che tipo di ricondizionamento è stato eseguito. Se la martelliera è stata rasata, controlla che la forma dei martelli non sia tondeggiante sugli acuti e che non sia stato tolto troppo feltro. Controllare lo stato delle corde ecc.. Puoi guardare un mio video tutorial sul sito proprio a proposito dell'acquisto di un pianoforte usato. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie.

Ho visionato i tutorial sull'acquisto di un pianoforte usato e quello relativo alla nomenclatura delle parti (...mi riservo di visionare con calma tutti gli altri). Che dire, davvero molto istruttivi! 

Il pianoforte è uno strumento davvero complesso e, accingendosi all'acquisto di un usato, tale complessità esigerebbe la valutazione di una persona esperta e competente (possibilmente terza). Come in tutte le cose della vita l'improvvisazione è foriera di grossolani abbagli. Informarsi richiede però tempo, studio, applicazione. L'alternativa sarebbe fidarsi del consiglio del venditore, ciò che potrebbe rivelarsi scelta improvvida. 

Un bel rompicapo!

Il parere di un esperto del settore (come dicevo, persona possibilmente terza) sarebbe la soluzione più ragionevole. Ma nelle piccole realtà come quella in cui vivo, venditore e persona esperta coincidono. Non si scappa.

Io penso che un pianoforte "di pregio" andrebbe acquistato solo se in possesso della maturità tecnico/artistica per poterlo scegliere consapevolmente. 

Nella fattispecie mi sono però ritrovato difronte ad una richiesta di un consiglio di acquisto (...io che studio pianoforte solo da un paio d'anni e possiedo un digitale 😂!).

Per farla breve, mio nipote, adolescente, frequenta un'accademia musicale (non ancora il conservatorio) e mia sorella ha deciso di investire in un coda. Ho visitato i vari punti vendita della mia città e ho "provato" un pò di strumenti. Per lo più C3... te li tirano dietro.

Alla luce di quanto appreso nei tutorial, alcuni erano davvero messi male, sebbene ricondizionati. Ma sarà poi vero?  

E, ripeto, con tutta l'attenzione che si può prestare, se non si è un tecnico tante cose forse non si possono capire. E' vero, si possono verificare il suono, la meccanica, i martelli, l'eventuale presenza di ruggine sulle corde ed eventuali crepe evidenti sulla tavola armonica e sui ponticelli.

Ma come si fa a capire se la tavola armonica è "davvero" a posto, se il pianoforte non ha preso troppa umidità, se il somière (credo si scriva cosi) e la caviglie siano in ordine? Mica si può andare in negozio con una chiave e provare una ad una...

E poi la meccanica... da profano credo che un'analisi rigorosa richiederebbe lo "smontaggio" del tavolaccio e la verifica della meccanica dei tasti, uno per uno.

Fra i tanti Yamaha, in questi giorni ho provato un mezza coda (187 cm mi pare) Krauss  del '94. Suono davvero bello, rotondo! Ma prezzo troppo impegnativo (15K €) per un acquisto "non consapevole".

In definitiva, il mio consiglio è stato di aspettare il tempo necessario per poter acquistare un coda nuovo. Un buon giapponese più in la sarebbe fattibile.

Penso che sul nuovo (che non sia un entry level) non si dovrebbero avere brutte sorprese. A parte la svalutazione rapida dello strumento.

Mi riservo di provare Il Kawai GX-2 (magari 3) e la serie CX della Yamaha (C2X e C3X nel caso il prezzo diminuisca). In verità la meccanica e il suono Kawai li preferisco (per il poco che ho potuto provare), ma tutti i coda Kawai montano meccaniche con  componenti in carbonio, credo. Ciò che, se ho ben capito, è ad oggi un'incognita. 

Se poteste consigliarmi qualche alternativa agli strumenti indicati e su questo ordine di investimento (20K €), o magari se qualche "serie" è meglio riuscita... ve ne sarei grato. Avrei una rosa più ampia di strumenti su cui lavorare, in prospettiva.

Certo è che continuerò ad informarmi.... 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao, attento.

Anche un pianoforte nuovo può avere difetti di fabbrica.

Se studi il piano, avrai un insegnante. Chiedigli di accompagnarti,  per avere il consiglio di una persona più esperta.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se capiti a Roma, un mio amico pianista vende uno Steinway 180 a 16.000. Un gioiello. Un vero affare. Suono stupendo, ma lui preferisce il suono aggressivo di uno Yamaha....mah...Io lo convinsi a comprarlo da un privato. Era di proprietà di un insegnante di didattica musicale che lo suonava poco. Quindi non sfruttato, ma efficentissimo. Io ho eseguito una impregnazione della martelliera come Steinway modernamente fa e una intonazione dei martelli. Suona ancora meglio, suono ricco, equilibrato e brillante, preciso e corposo. Pensaci. Credo sia trattabile

Share this post


Link to post
Share on other sites
11 ore fa, pianoexpert ha detto:

un mio amico pianista vende uno Steinway 180 a 16.000. Un gioiello. Un vero affare. Suono stupendo,

Lo scambia con il mio C3X? 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, pianoexpert ha detto:

Non credo perchè ne ha uno di C3

Peccato, io quando ho preso questo non mi sono fidato di prendere uno Steinway usato..

Posso chiedere che modello è e l'età?

Il mio comunque è il modello X, un po' diverso dai soliti C3 che conosciamo 

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Salvatore71:

Ero convinto che i pianoforti nuovi fossero sottoposti ad un definitivo "controllo qualità" da parte del venditore. Nel caso mi farò assistere dal mio maestro (anche se al momento mi sono preso una pausa dalle lezioni).

@pianoexpert:

Uno Steinway  (da Lei ottimizzato e consigliato) merita attenzione. Se dovessi trovarmi a Roma in un prossimo futuro mi permetterò di contattarla privatamente per potere visionare lo strumento nel caso ancora disponibile.

Anch'io, come l'utente kklaus, gradirei conoscere, se possibile, modello e anno!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, pianoexpert ha detto:

Mi sembra sia un mod. O (180) fine anni  60.  

Grazie Pianoexpert,

per un attimo ho pensato fosse un modello "A".

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

rapido OT:

Mi sapete dire, gentilmente, che operazione fa il tecnico dal min. 21:24 al min. 21:46 del seguente video?:

Grazie. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...