Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Strumenti musicali: 1.000 € di sgravi fiscali


Recommended Posts

  • 3 weeks later...

...e mi semava strano che a qualcuno non andava bene lo stesso:

 

Ma i presidenti dei conservatori protestano: «Misura apprezzabile ma la somma totale supera quanto viene stanziato per il funzionamento ordinario delle nostre scuole. Noi rischiamo di restare senza riscaldamento»

http://www.corriere.it/scuola/medie/15_dicembre_22/studenti-musica-1000-euro-testa-comprare-strumento-b80dcca0-a8d3-11e5-8cb6-cc689478293e.shtml?refresh_ce-cp

Link to post
Share on other sites

Mi sembra il classico discorso del lenzuolo troppo corto... "Se ti copri le spalle ti scopri i piedi". Io vorrei tanto sapere come spendono tutti i soldi di tasse che ci tolgono dallo stipendio. Proprio l'altro giorno ne parlavo con mio padre. Questo mese in busta paga ho avuto più di 1000 euro di ritenute e nonostante abbia fatto degli straordinari, per via del conguaglio delle tasse annuale, ho preso meno di quella che dovrebbe essere la mia paga base. La cosa assurda poi è che con quello che ti rimane, ovvero con il tuo netto devi pagare altre tasse: accise sulla benzina ogni volta che vai a fare il pieno, tasse sulla corrente elettrica, tasse sulla fornitura del gas, tasse sulla fornitura dell'acqua, IMU e chi più ne ha più ne metta. Praticamente stiamo a mezzi con lo Stato. Uno però alla fine della fiera si aspetterebbe che i servizi pubblici funzionassero come si deve, invece la mattina con lo scooter sembro Alberto Tomba perché le strade sono piene di crateri, la sanità non funziona le università stanno senza una lira. 

Il discorso è che restare senza riscaldamento dentro una scuola non è un'utopia. Successe anche a me quando andavo al liceo. Ricordo che nel mese di Febbraio, quando i riscaldamenti avrebbero dovuto funzionare già da tre mesi, noi dovevamo seguire la lezione con i cappotti perché se il professore ci interrogava facevamo il fumo dalla bocca. La giustificazione della preside fu che la caldaia non era funzionante e la Regione dopo numerosi solleciti non stanziava la somma per la riparazione. In realtà quella scuola soffriva anche di molti altri problemi... Pioveva in alcune aule e nei corridoi, non era dotata di una palestra, le aule avevano più sedie e banchi rotti di quelli buoni ecc. Morale della favola, non si è mai capito chi, ma pensiamo fosse stato un gruppo di studenti, diede fuoco alla scuola, così la regione si trovò costretta ad investire, per il diritto allo studio, una cospicua somma di denaro per riadeguare, in tempi ristrettissimi (un paio di settimane) la struttura al regolare svolgimento delle lezioni. Alla luce di questo cavillo del diritto allo studio pensammo che il gesto non fosse uno sterile atto vandalico ma che ci fosse dietro una cosa progettata a tavolino con chi conosce certe dinamiche anche a livello legislativo. Non solo ristrutturarono tutta la scuola fornendo banchi e sedie nuovi ma costruirono anche una palestra (che era già presente nel progetto originale della scuola ma mai edificata) quando di solito ci sbucciavamo le ginocchia ed i gomiti a giocare a pallavolo nel cortile asfaltato all'aperto (anche d'inverno); dotarono le aule d'informatica di 35 nuovi computer e rifornirono anche i laboratori di fisica, di chimica e di geografia astronomica con roba per l'epoca veramente all'avanguardia tra cui microscopi elettronici ed un telescopio da una 15ina di milioni di lire se non ricordo male. 

Ora potrebbe sembrare che io stimi il gesto di queste persone, e vorrei chiarire che il vandalismo non è sicuramente il modo di risolvere i problemi, ma ricordo che erano stati fatti tutti i passi possibili: sit in, autogestione, articoli su giornale ed addirittura chiamarono la televisione per fare un reportage andato in onda su un tg... Nulla di niente, nessuna di queste iniziative smosse il minimo interesse degli enti... Stando ai fatti il messaggio che sembrerebbe passare dalla Regione è che se non li metti alle strette condizioni di dover per forza spendere dei soldi quelli non li tireranno fuori mai, ma se poi alla luce di questi avvenimenti questi soldi escono fuori, non sarebbe stato meglio investirli prima ?

Si può arrivare a cose del genere per far andare le cose come dovrebbero andare? O forse ho frainteso io la "morale di questa favola" e le modalità di investimento delle Regioni nei confronti delle attività pubbliche sul proprio territorio ? 

Link to post
Share on other sites

Credo che si possa anche tirare a 0 essendo questo un bonus con credito d'imposta da parte del venditore verso l'acquirente. Ovviamente poi il rivenditore lo recupererà dallo stato (nel 2025 se gli dice bene). Il problema è che la pratica è molto restrittiva ovvero, devi essere uno studente iscritto al conservatorio o istituto musicale parificato (ad esempio i licei musicali). La tua scuola/università ti rilascerà un foglio che attesta che sei uno studente del conservatorio/liceo di XXX, regolarmente iscritto al corso di "Nome strumento". Quando andrai ad usufruire del tuo bonus, questo sarà valevole SOLO per lo strumento del tuo corso di studi. In sostanza se sei iscritto al corso di Pianoforte potrai solamente comprare un pianoforte. Inoltre siccome è un bonus con credito d'imposta questa si applica ovviamente solo su strumenti nuovi, quindi niente usato ! In ogni caso se sei iscritto al corso di chitarra credo non ci siano difficoltà nello spendere il bonus per una chitarra di 1000 euro a costo 0 visto che comunque il negoziante rientra dell'intero importo. 

Link to post
Share on other sites

Giusto, ma dato che ho appena acquistato il mio pianoforte e al momento ne ho già 2, volevo usufruire di questo bonus per acquistare un terzo pianoforte da "donare" al teatro del mio paese, sia mai che qualche bambino si interessi dello strumento..

 

Comunque ho trovato il testo e l'acquirente non deve anticipare nulla

 

Xb34ZuS.jpg

Link to post
Share on other sites

Giusto, ma dato che ho appena acquistato il mio pianoforte e al momento ne ho già 2, volevo usufruire di questo bonus per acquistare un terzo pianoforte da "donare" al teatro del mio paese, sia mai che qualche bambino si interessi dello strumento..

 

Comunque ho trovato il testo e l'acquirente non deve anticipare nulla

 

Xb34ZuS.jpg

Puoi condividerlo?

Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
×
×
  • Create New...