Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
GIUSEPPEPIANO

Messa a punto smorzatori tipo Steinway

Recommended Posts

Salve amici del forum, mi piacerebbe conoscere le vostre esperienze circa la messa a punto degli smorzatori tipo Steinway e Yamaha, quindi senza cucchiaino e pilota.

Per quanto mi riguarda, procedo così: 

inizio dallo stabilire la partenza a metà corsa di 2 cavalletti campione alle estremità di ogni sezione(sempre togliendo e rimettendo la meccanica, con pazienza).

Dopodichè, per una prima sgrossatura, mi servo di un regolo lungo(qui allegato) che imposto all’altezza desiderata. Fatto ciò, procedo con un regolo singolo. 

È un lavoro che richiede molta perizia in quanto, anche a parità di altezza di tutti i cavalletti, può spesso verificarsi una partenza diversificata azionando la barra alzatutto, in quanto il feltro di quest’ultima può essere appiattito e consumato in maniera disomogenea.

 

Qualche suggerimento? Voi come procedete?

4E551A3A-AAE5-458C-8C89-4BEBF1586F72.jpeg

3A3DFF67-FB3C-4542-8332-9972F54C88CD.jpeg

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Beh si, molti gadget me li produco da me, non si trovano nei cataloghi dei distributori. Però devo ammettere che questo giravite a taglio con la bussola attorno mi ha dato non poche soddisfazioni, permettendomi di guadagnare un mondo di tempo nella regolazione dei cavalletti degli smorzi...lo vidi alla schimmel la prima volta e me ne innamorai!

092AD7F1-8751-4A27-B838-39BAA7DFE121.jpeg

FE606C20-97F7-4683-90B5-9B80E874B00E.jpeg

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Lo conosco. ho la versione corta per regolare le viti di caduta dei martelli

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Già, molto utile.

Comunque, avendoci riflettuto un po’ , ho pensato che forse sarebbe ancora più conveniente utilizzare direttamente la barra alzatutto per la regolazione dei cavalletti...cioè, una volta preso il campione su qualche nota, sollevare la barra con una dima fino all’altezza desiderata, svitare le viti dei cavalletti e poi riavvitare...in questo modo lo stacco terrebbe anche conto dell’usura del feltro in corrispondenza di ciascun cavalletto, agevolando il lavoro...

dico bene? È forse preferibile?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×