Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
Sign in to follow this  
vincenzo83

intonazione

Recommended Posts

Salve a tutti,

una domanda riguardo l'intonazione: in caso di note che da aspre sono diventate troppo ovattate che si fa?

la differenza non è eccessiva rispetto alle altre note ma chi suona sotto le dita sente l'avverte.

aspetto consigli o pareri.

 

grazie

 

Vincenzo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna vedere in che zona è stato punzecchiato il martello. Ogni zona del martello esprime le varie intensità di suono, dal ff al pp. Ora eccedendo nell'intonazione e in zone errate o troppo a fondo, si può provocare uno status irreversibile. Si può provare a stirare con ferro caldo di nuovo i martelli di suono toppo opaco e/o addirittura provare ad impregnarli...ma il risultato non è garantito. Soprattutto, intervenendo a punzecchiare troppo sull'apice del martello significa "uccidere il suono". Nei miei video Tutorials parlo e faccio vedere dette zone. Comunque l'intervento di intonazione è un intervento da esperti. Non ha niente a che fare con un "ammorbidimento". Bisogna andarci coi "piedi di piombo".!!!!!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

grazie mille maestro per i consigli,

comunque ho visto che suonandoci si sta riaprendo, forse l'intervento è stato superficiale...non le so dire...più che altro in questo periodo, non appena la temperatura inizia ad aumentare mi cambia colore il suono, mi diventa più aspro e metallico ed ogni anno mi dispero, vorrei capire se è una cosa normale o se è il mio pianoforte che fa i capricci.

grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Indubbiamente le variazioni di umidità relativa influiscono molto sulla timbrica. Bisogna vedere lo stato dei martelli, specie degli acuti. Quando sono molto solcati, il suono diviene aspro e bisogna anche controllare che il martello non abbia sbandamenti sul fortissimo. Se ciò avviene, a causa dei perni di centri troppo lenti, provocherebbeuna non poca diminuzione di intensità sonora all'impatto. Lo sbandamento, cioè, favorisce lo spostamento dei solchi dalle corde, facendo impattare il martello, parzialmente, su di una parte più morbida. Nel coda bisogna controllare la compattezza dei martelli specie sugli acuti, battendoli in testa o stirandoli leggermente e poi reintonandoli e poi recompattandoli. Ad ogni accordatura il tecnico avrà cura di controllare tutto ciò EVITANDO di rasare e "tondeggiare i martelli". La rasatura può essere effettuata una volta, secondo me, e non più volte. Bisogna conservare la forma originaria del martello. Cambia il peso e la "geometria" della meccanica. Quindi la rasatura eventuale deve essere di leggera entità. Sarà poi più opportuno, dopo un certo periodo, sostituire la martelliera.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La ringrazio nuovamente per la disponibilità ed i preziosi consigli.

Ho guardato più e più volte i suoi video tutorial, sono stati estremamente interessanti e generosi.

Se mai dovesse venire in sicilia tra Ragusa e Catania avrei piacere di conoscerla di presenza e di farle vedere e suonare i miei pianoforti.

Grazie ancora

Vincenzo

 

ps ovviamente la disturberò ancora per altri consigli :D

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie e grazie per l'invito. Non esitare a chiedere. E' per me motivo di ricerca e di aprofondimento riuscire a rispondere a tutti voi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...