Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Francesca

Membro
  • Content Count

    18
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

3 Neutrale

About Francesca

  • Rank
    Membro

Profile Information

  • Sesso
    Femmina
  • Città di residenza
    roma

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Purtroppo c'è poco in rete ma se ne comprende anche la ragione proprio per le motivazioni già dette. Un libro interessante ma che presuppone già delle conoscenze è quello di Giovanni Bettin : Il pianoforte da concerto Steinway & Sons. Manuale di regolazione, accordatura, intonazione e messa a punto Comunque la categoria degli accordatori non si sta estinguendo ma lei ha perfettamente ragione nell'osservare che c'è reticenza nel diffondere questa disciplina . In Francia ed in Germania ad esempio ci sono scuole professionali che danno una preparazione accurata ed un diploma , qui no. Esiste un solo corso extracurriculare al Conservatorio di Santa Cecilia in Roma .
  2. Io credo che una delle poche cose che non si possa fare da sé senza studio, esperienza ed applicazione di anni sia proprio l'accordatura; ma certamente è una mia idea. Già soltanto lo stupirsi dell'assenza di smorzatori sulle ultime ottave denota "ignoranza" ( messo tra virgolette perchè non voglio assolutamente essere scortese o offensiva , uso il termine in stretto senso letterale di ignorare la materia ) della costruzione di un pianoforte . Io apprezzo il suo impegno che le fa onore ma le consiglierei di servirsi della professionalità di un buon accordatore che magari le consiglierà anche qualche intervento di messa in fase per ottimizzare il suo strumento. Poi potrà avere anche un proficuo scambio di conoscenza ed approfondimenti col suddetto professionista che potrà arricchire la sua cultura in materia . Comunque le faccio i miei complimenti per la dedizione e la giusta curiosità che ha messo in atto sul suo strumento, molti pianisti neanche lo hanno mai aperto .
  3. Salve a tutti Ho un pianoforte a coda Sojin ed ha la meccanica troppo leggera Quali interventi si potrebbero fare per appesantirla ? Grazie
  4. Me la leggo con calma Grazie !
  5. Ho studiato ed amato il Medioevo sui suoi testi con la grande Maria Angiola Romanini, altro luminare
  6. Tutto giusto Simone ma io mi trovo meglio a riferirmi alle decime, diciassettesime e ventiquattresime quando mi allontano dallo scomparto ; le ottave tendono, quando si sale sulla tastiera , ad essere meno affidabili. Per come la sento io naturalmente....
  7. Buongiorno Maestro, suono il pianoforte e sopratutto da tre anni sto facendo pratica di accordatura ad orecchio. Ne vorrei fare un lavoro affiancandolo a quello di musicista perchè ho scoperto davvero un mondo di conoscenza riguardo lo strumento e le possibilità di tirarne fuori infinite soluzioni. Per questo chiedevo di poter avere delle indicazioni pratiche anche se mi trovo vicina al pensiero del Maestro Ferrarelli, sulle variabili che comporta la disarmonicità di ogni singolo strumento che si affronta durante l'accordatura. A me comunque crea spesso una difficoltà il dover mettere l'ottava giusta, perchè quando vado a fare i controlli di terza, sesta e decima, spesso mi trovo in una situazione di squilibrio e quindi mi ha affascinato la sua teoria ( corroborata dalla pratica) che l'ottava , se ho capito bene, non deve necessariamente essere giusta. Sono anche interessata eventualmente ad uno stage grazie ancora per la grande disponibilità Sua e di tutto lo staff del Forum. Fra
  8. Salve a tutti ! Volevo chiedere se qualcuno sa consigliarmi un laboratorio dove approfondire le conoscenze sulla riparazione e il restauro del pianoforte, anche eventualmente in formula stage full immersion o altra formula. Grazie in anticipo
  9. Io ho letto questo documento ma stento a capirne l'applicazione pratica, e questo è sicuramente un mio limite ma siccome dall'ascolto delle registrazioni mi è piaciuta davvero moltissimo questa accordatura perchè la trovo estremamente ricca di armonici senza nel contempo recare disturbo, vorrei capire come poterla applicare. Vorrei potermi sperimentare in questo percorso. Attendo notizie dal Maestro. Grazie per la vostra sollecitudine nella risposta !
  10. Io a dire il vero, sono allergica alle formule matematiche anche se ne comprendo l'importanza. Ma sono qui a chiedere , in pratica, se oggi accordo riconoscendo ad esempio 7 battimenti al secondo per le terze e le seste e le decime, con l'ottava giusta e un battimento al secondo per le quarte e le quinte, con questo metodo C.H.A.S.quanti battimenti devo individuare negli intervalli proposti : terza, quarta, quinta , sesta e ottava ?
  11. Fatto, eliminato l'organo, il sustain non va lo stesso
  12. Giusto, non ho fatto questa prova ora provo
  13. Grazie, i problemi a cui ti riferisci è che se tieni premuto il sustain in una patch, a volte rimane incantato nella patch successiva , ma non è il mio problema. Grazie comunque
  14. Salve a tutti, sono in difficoltà. Sto provando a settare Mainstage 3 per utilizzarlo in performance live ma sto incontrando il seguente problema. Il set con cui lavoro è questo Tastiera pesata Korg SP 280 Macbook Air Connessione fra tastiera e Mac con Usb midi interface Roland UM-One Imposto un concerto Patch List trovo una prima cartella che chiamo col titolo del brano e comincio a fare sottocartelle che chiamo strofa ritornello 1 ecc ecc. Esempio : nella strofa imposto il piano elettrico e basta ( funziona tutto e sopratutto funziona il pedale Sustain) nel ritornello imposto il piano elettrico e l'organo che suonano insieme il problema è qui Il pedale sustain non funziona nè per il piano nè per l'organo Qualcuno mi può aiutare ?
  15. Salve a tutti ! Ho visto un pianoforte verticale la cui marca è Emperor sapreste dirmi chi lo produce se è di buona qualità ecc. ecc.................
×
×
  • Create New...