Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
Sign in to follow this  
Francesco99

Suono metallico del pianoforte

Recommended Posts

Buonasera, da maggio dell'anno scorso ho acquistato uno Yamaha C3 di seconda mano in ottime condizioni da un rivenditore autorizzato molto conosciuto e stimato in zona. La matricola è fra i 4900000 e 5000000, quindi secondo alcune ricerche risale ai primi anni 90. Pochi giorni dopo l'arrivo ha iniziato a fare un rumore metallico molto sgradevole soltanto in alcuni tasti e, senza che nessuno mettesse mano, qualche giorno dopo ha improvvisamente smesso. La situazione si è ripetuta diverse volte durante tutta l'estate scorsa, il problema si manifestava all'improvviso dalla sera alla mattina e andava via senza che nessuno intevenisse. Dopo un inverno intero senza problemi pochi giorni fa il rumore è ricomparso e con l'occasione di accordare il pianoforte l'accordatore  (stessa persona che me lo ha venduto) è venuto e ha provato a sistemare al meglio questo problema che, dopo qualche giorno di assenza, è ricomparso stamattina. Ci tengo a precisare che il pianoforte è tenuto nella migliore condizione possibile, mai appoggiato nulla o fatto cadere involontariamente dentro qualcosa. Sinceramente non so più cosa pensare, il rivenditore stesso mi ha assicurato che nel caso non si riuscisse a risolvere il problema sarebbe disposto a sostituire lo strumento, che per il momento considero l'ultima delle ipotesi non essendo molto comoda come operazione.

PROBLEMA PIANOFORTE.mp3

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' difficile valutare a distanza. Le cause possono essere diverse. Prima di tutto il suono, per quanto si possa sentire da un MP3, mi sembra buono. 

Può essere un problema di intonazione dei martelli

può essere un problema di risuonatori . si può ovviare mettendo dei piccoli cavalierini di feltro  nella parte della corda che deve risuonare.

Puo' essere , cosa improbabile su nuovo strumento, rumore della tavola e/o di ncollaggio dei ponticelli( bisogna provare a premere il ponticello in posizione delle corde interessate e ascoltare se scompare)

Non ultimo, si può essere mosso il punto ottimale di battuta.

Yamaha ha martelli impregnati e quindi sviluppa, specie sul forte, una progressività timbrica che è tipica dei martelli impregnati: Il suono è progettato per essere ascoltato in sala. Tuttavia, secondo una sapiente intonazione, si può rendere il suono un po' più morbido, senza però sacrificare la timbrica generale voluta dalla Casa.

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Molto probabilmente anche tramite mp3 hai colto il problema, premendo il ponticello in posizione delle corde che danno questi problemi il rumore scompare. Più suono forte però e più forza va applicata sul ponticello (penso sia scontato). Come potrei risolvere?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere uno scollamento minimo e invisibile del ponticello e/o di una catena ( le catene sono rinforzi  a striscia trasversali in legno che si vedono sotto al tavola armonica di risonanza). 

Provare a premere anche da sotto sulla catena corrispondente al punto dove si era esercitata, da sopra, la pressione. E verificare se il rumore scompare.

Se così, conviene sostituire lo strumento. 

IPOTESI: Le vibrazioni vanno e vengono, quindi, a seconda della variazione di umidità e temperatura ( proprio perché  il distaccamento potrebbe essere  minimo, micro e naturalmente invisibile ed irrilevabile.

Come ripeto sto comunque formulando ipotesi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si molto probabilmente è questo il problema, davvero non ci sarebbero altre alternative di riparazione, considerando che ho ancora l'assistenza e il tecnico è un professionista?Grazie mille comunque, sei stato molto utile.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se ci sono viti sotto le catene, sotto la tavola,provare a stringerle. Può darsi che il problema scompaia.

Altra cosa: individuare che il pianoforte poggi senza dislivelli sulle tre gambe. Altrimenti provare a compensare. Può darsi che il problema scompaia.

Il difficile è individuare dove esattamente si trova il problema, il punto preciso.

Inoltre, nel tempo, dopo anni e anni, la tavola subisce un leggero schiacciamento diminuendo il contrasto del carico ( anche per questo, nel lungo periodo andrebbe diminuita la carica della tavola!) e il problema potrebbe aumentare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le viti sotto le catene non ci sono, ci sono però quelle sotto la tavola. La situazione stamattina era molto migliorata quindi per il momento, visto che il problema sembra essersi risolto quasi totalmente, preferisco non intervenire. Sembra però che la migliore delle alternative sia una sostituzione di strumento da quanto ho capito... 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...