Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

adolfo

Membro
  • Content Count

    6
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutrale

About adolfo

  • Rank
    Nuovo Iscritto

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    Fiumicino
  1. Perfetto: oggi ho smontato del tutto la meccanica dal mobile, tolta molta polvere dall'interno, verificate le guarnizioni della tastiera, e il problema sembra essere proprio il perno del montante di scappamento, che non lascia libero di ruotare il montante stesso. Mi rendo conto, per quanto hai detto nelle risposte precedenti, che non ho ne' gli strumenti ne' le competenze per compiere la riparazione. Il piano d'altra parte e' in casa mia gia' da una ventina d'anni, e sempre nella stessa posizione, quindi la causa non dovrebbe essere una cattiva stagionatura ne' una cattiva esposizione (da anni per mia fortuna non accendo il riscaldamento in casa, e non ho neanche il condizionamento). Penso che la causa principale sia il non uso dello stesso da oltre 10 anni, per cui quando finirà sto macello mi rivolgero' ad un accordatore. Ovviamente nel frattempo ho rimontato il tutto, e FUNZIONA ANCORA ! 😀 😀 Pazientissimo, grazie ancora !
  2. temo che tu abbia ragione......andando a spingere con la punta di un giravite lo scappamento, il tasto suona. Pero' subito dopo non suona piu'. Potrebbe essere la molla a spirale che sostiene lo scappamento o il perno del noce: che ne pensi ?
  3. Prima di tutto, grazie. Purtroppo non ho familiarità con la terminologia dei singoli pezzi, come "montante di scappamento" o "noce del martello". Non ho mai pensato di lubrificare nulla, visto che si tatta di legno e non di metallo e la cosa potrebbe risultare addirittura nociva. Mi chiedevo pero' se, come si fa qualche volta per sbloccare gli otturatori della macchine fotografiche di una volta, non si possa provare semplicemente ad azionare a man il meccanismo (stavolta si tratta di semplici rotazioni) in modo che cio' che e' eventuaslmente di osatcolo possa cedere. E chiaro che la soluzione migliore sarebbe quella da te indicata, cioe' la rialesatura e la sostituzione del perno, ma mi piaceva provare qualche altra cosa piu' semolice e allo stesso termpo per me soddisfacente. Capisco che un tecnico rabbrividirebbe, ma io mi accontento facilmente ! :-)
  4. Ciao a tutti, sono un fresco 72enne in possesso di un piano acquistato una ventina d'anni fa per far studiare mio figlio. Ora il figlio e' adulto, non suona piu' e non abita neanche piu' con me, ma il piano e' restato. Un verticale Steimach, con qualche acciacco dovuto al mancato uso, motivo per il quale mi sono iscritto al forum. Buona musica a tutti !
  5. Il piano e' un verticale Steiner, acquistato nuovo intorno al 1995. Da qualche anno non viene utilizzato, e necessita di una riaccordatura. Ha anche un altro problema: due tasti (fa# 3° ottava w fa ultima ottava) non vengono percossi, nel senso che il martelletto, pur sollecitato, non arriva a colpirli. Ho provato a guardare i vari tutorial su youtube messi generosamente a disposizione dal "Viaggio all'interno del pianoforte", ho aperto il piano stesso, le molle mi sembrano a posto, credo che il problema sia qualche attrito. Come smontare il martelletto ? Grazie !!!!!
×
×
  • Create New...