Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

dalrmi

Membro
  • Content Count

    13
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutrale

About dalrmi

  • Rank
    Membro

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città di residenza
    Dalmine
  1. Ciao a tutti, recentemente ho acquistato questo libro che si intitola "Music in your head" (Francois L. Richard), descrive come imparare a memoria un brano musicale per poi suonarlo ovviamente senza spartito. Allego un piccolo estratto e poi pongo la mia domanda ai più esperti: Now we close our eyes and try to play it silently by memory on our lap. While doing this, we should visualize the keyboard and our fingers on each key; we should also hear thepitch of every note we are playing. (It is very important to hear the notes. Our media is sound; most memorization problems come from notes that were incorrectly heard Domanda: voi come fate per "sentire" i suoni delle note nella testa ? Sto provando ma non mi riesce molto, in pratica mi viene da "sentire" le note facendo dei vocalizi mentali tipo laaa, laaa, laaa ecc. non so se mi sono spiegato. oppure a volte mi viene anche di "cantare" le note ma non so se lo faccio bene. Grazie a chiunque vorrà rispondere, questo argomento mi interessa particolarmente e vorrei approfondirlo molto per capire se veramente mi permetterò di suonare meglio e con più piacere personale. Ciao.
  2. Grazie mille Simone per tutte le esaurienti risposte, farò delle prove con la sensibilità dei tasti del mio sistema silent. Ciao, Roberto. ps. in bocca al lupo per quest'estate! Facci sapere...
  3. Grazie Simone, sei troppo forte e competente! Complimenti! Allora penso di aver compreso quasi tutto, relativamente a:"Se hai la possibilità di gestire le velocity allora sei a cavallo. Fai una prova e chiudi tutto... Metti un range da 000 a 050, così valuterai se anche suonando fortissimo uscirà un suono molto spento. Io credo che per sfruttare tutta la velocity dei VST tu debba settare il valore minimo 000 ed il valore massimo = al fondo scala quindi 255. Essendo sensori ottici probabimente hanno molta più sensibilità, però poi dovendo trasmettere dati midi con velocity massima = 127 deve sicuramente moltiplicare per un fattore di correzione (0,498). Esempio... Suono 150 e lo devo convertire in velocity MIDI da trasmettere al VST... 150*0,498=75 arrotondato per eccesso. Ora il problema è che se tu gli dai 150 come massimo questo mi suona 75 come velocity massima ! Ecco perché ti si sente piano. Io credo che la mia deduzione logica sia l'unica possibile. Prova a mettere range da 0 a 255 compreso vedrai che risolverai il problema." Non capisco quando tu scrivi "Metti un range da 000 a 050" e poi in fondo "Prova a mettere range da 0 a 255 compreso", se ti riferisci alle impostazioni della sensibilità del sistema Silent io posso mettere un solo valore per ogni tasto premuto, valore che può oscillare da 0 a 255 compreso. Sulla curva di Velocity ho ben compreso il tutto, mi lascia solo perplesso il fatto che in PianoTeq c'è un pulsante di calibrazione proprio della curva di Velocity che ti fa suonare prima piano, poi normale e poi fortissimo in modo da realizzare una curva di Velocity che si adatta al meglio al tuo sistema, ho provato e la curva che ne esce non è per niente lineare. Discorso casse: sono d'accordo con te sul fatto che non è molto utile suonare col silent per poi far sentire il suono (meglio l'acustico allora!), in effetti mi sono espresso male, credo sia molto più utile dotarsi di un buon paio di cuffie per esaltare meglio il suono del VST, cosa consigli ? Ho letto un po' in giro e le migliori per questo tipo di utilizzo sono quelle aperte e della Sennheiser (spero di averlo scritto correttamente!). Le casse potrebbero venire in un altro tempo. Il tutto parte dal fatto che se decido di usare un VST è solamente per sentire un suono migliore (molto) di quello built-in del sistema Silent altrimenti mi tengo quello e tutto finisce qua. Se devo investire lo faccio per migliorare e non il contrario. Grazie tante, Roberto. ps. d'accordo con te sull'appellativo dott. o ing. !!! ...collega! Semplicità innanzi a tutto!
  4. Perfetto Simone (però Maestro lo sei sempre avendo finito il conservatorio! ), allora ho fatto altre prove ed adesso mi sembra migliorato, riesco ad arrivare a 127 come velocity suonando forte sul pianoforte (urca, che gioco di parole!). Comunque ho visto che giocando con i parametri del VST (nel mio caso pianoteq in versione demo) il risultato cambia e di parecchio! Sul mio silent c'è la possibilità di calibrare i tasti (tutti insieme premuti uno dopo l'altro oppure a spot con il singolo tasto) per regolare la sensibilità che va da 000 a 255, come esempio ho preso il DO centrale ed ho visto che aveva la sensibilità imposta (dall'accordatore) a 116, l'ho portata volutamente a 150 ma non ho ancora capito se questo alla fine comporta un aumento di velocity nel VST, nel manuale si associa la sensibilità al volume in uscita pertanto dovrebbe essere che bassa sensibilità = basso volume mentre alta sensibilità = alto volume ma questo corrisponde anche alla fine al parametro velocity prodotto nel mondo MIDI ? Mah! Cioè il sensore ottico del sistema silent risente di questa sensibilità ? Io credo di sì! però lo devo ancora capire a fondo. Ad ogni modo sono contento, questo significa che il mio sistema silent (e pertanto i sensori ottici) funzionano bene, adesso devo solo decidermi se acquistare pianoteq oppure synthogy, a proposito Simone dato che tu sei molto esperto dei VST ho visto che Synthogy propone quattro prodotti: Grand Pianos, Italian Grand, Upright Pianos e American Concert D; tenendo in considerazione che io l'userei sempre nel mio studio (stanza normale di 10mq circa) e prevalentemente con le cuffie (sono riuscito a portare l'audio in uscita dal mac all'ingresso line in del sistema silent) collegate al sistema silent (magari in futuro se ne vale la pena mi doterò di alcune buone casse per il pianoforte) cosa mi consiglieresti come prodotto ? Ho visto che i prezzi sono (+ o -) tutti sui 200€ Intanto grazie per le risposte e per la disponibilità ad aiutarmi. Roberto.
  5. Eccomi, allego il file audio esempio.mp3, troverete suonate 3 note (do centrale) dove: il primo DO è stato premuto pianissimo il secondo DO è stato premuto forte il terzo DO è prodotto dalla tastiera virtuale del VST (pianoteq), purtroppo non c'è modo di suonare piano o forte con il mouse Nel file impostazioni.png ho visualizzato le impostazioni del VST (pianoteq) che ha prodotto i suoni presenti nel file esempio.mp3, ho inserito (nella finestra a sinistra) anche i valori di velocity attribuiti alle prime due note del DO centrale, come si può vedere alla prima nota suonata pianissimo è stato attribuito il valore 18 mentre alla seconda nota suonata forte il valore 92; sperimentando un po' sono riuscito ad ottenere anche qualche valore più basso (con estrema fatica), circa 9-10; viceversa sul forte non sono mai riuscito ad andare oltre il 100-105. Preciso che il cavo midi-usb è collegato all'iMac con una prolunga USB (circa mezzo metro) perchè altrimenti non riesco ad arrivarci dal pianoforte, non credo questo influisca. Da cosa può dipendere ? Forse bisogna regolare meglio il VST ? Ci sono così tanti parametri....aiuto!!!! Grazie Maestro Simone ed a tutti gli altri che mi vorranno/potranno rispondere. Ciao, Roberto. Esempio.mp3
  6. A titolo di esempio posto un'altra MIDI Implementation Chart di un altro strumento (Kawai VPC). Ad esempio qui vedo che la Velocity Note Off è diversa dalla mia: 8nH v=1-127 mentre la mia è V=0 (e 9n al posto di 8n). Questo parametro è importante per la resa sonora del VST ?
  7. Benissimo, durante il fine settimana faccio questa registrazione per farvela ascoltare, nel frattempo "mi sembra" che il problema risieda proprio nel segnale MIDI trasmesso, Pianoteq ha la possibilità di far vedere i parametri del segnale MIDI trasmesso dal pianoforte, in particolare quello che vedo è che il parametro Velocity del tasto premuto non varia molto di valore dal tasto premuto piano o forte, si assesta più o meno tra 48-75 (+ o -), E' pur vero che giocando un po' con la curva di Velocity di Pianoteq sono riuscito a migliorare un po' il suono emesso, sto studiando sul sito su come fare esattamente e credo che questa esperienza mi possa servire anche per altri VST (sarei orientato sul Synthogy Ivory II Italian Grand). Allego la MIDI Implementation Chart del mio sistema Silent e faccio alcune domande: nella sezione Note Number (Transmitted): trovo 21-108; questa significa che le note dalla 0 alla 20 e dalla 109 alla 127 non vengono trasmesse ? Velocity Note On: 9n, V = 127; mi spiegate cosa vuol dire ? Io credo che sia la velocità con la quale si è premuto il tasto sul pianoforte e che quindi venga poi "mappata" dal VST riproducendo un suono piano o forte; però non capisco cosa voglia dire 9n e V=127 significa che vengono trasmesse tutte e le 127 variazioni di velocità ? Velocity Note Off: 9n, V=0; qui proprio non ci capisco niente Un mega grazie in anticipo. Ciao, Roberto.
  8. Ciao a tutti, ho da poco fatto installare sul mio pianoforte verticale un sistema silent QuietTime Magic Star della PianoDisc e mi trovo molto bene, ho scoperto tra l'altro che è possibile collegare questo sistema via MIDI ad un computer per utilizzare dei suoni campionati (credo di chiamino VST). Detto fatto! Siccome posseggo un iMac ho visto che non ho bisogno della scheda audio poichè il Mac non ha i problemi di latenza della controparte pc compatibili Windows. Quindi ho collegato il mio sistema con il Mac tramite il cavo MIDI e lanciato sul Mac un programma con i suoni campionati, ne ho due: UVI Grand Piano (http://www.uvi.net/uvi_grand_piano_mac-app-store_en.php) ed una versione demo del Pianoteq (http://www.pianoteq.com/). Ah, il Mac dispone come casse esterne di una coppia BOSE Companion 2 Series II. Il risultato non mi è piaciuto molto, cercherò di spiegare meglio che posso. Se suono direttamente dal software quello che sento uscire dalle casse del pc è ottimo, corposo, profondo, mi sembra proprio di ascoltare un piano gran coda. Se invece uso il pianoforte (e quindi credo di mandare i segnali MIDI al pc che poi vengono elaborati dal software) il risultato è: 1) il suono è molto basso e devo alzare praticamente al massimo il livello audio del software, quello del sistema Mac e quello delle casse 2) il suono che sento uscire dalle casse non è assolutamente ottimo, corposo, profondo Secondo voi da cosa può dipendere ? Posso aver sbagliato qualcosa nei collegamenti ? Da quel poco che conosco del MIDI mi sembra importante il parametro Velocity che se ho capito bene è la diretta interpretazione di come si è premuto il tasto del pianoforte (e quindi il colore cioè piano, mezzoforte, forte, fortissimo, ecc.). Esiste qualche software per Mac che mi consenta di vedere il parametro Velocity sul computer una volta premuto il tasto ? Giusto per avere conferma che la trasmissione del segnale MIDI sia corretta. Questo "nuovo mondo" che mi si sta aprendo mi affascina alla grande però mi deve soddisfare come qualità altrimenti... Nella speranza di non aver scritto cavolate vi saluto ed aspetto una vostra risposta. Se riesco questa sera provo a registrare (con il cellulare iPhone) un esempio del suono prodotto dallo stesso tasto sia dal software che dal pianoforte tramite MIDI così potrete sentire la differenza. Grazie, ciao, Roberto.
  9. Ringrazio tutti per le celeri risposte, provo a spiegarmi meglio. Innanzitutto possiedo un metronomo meccanico, ogni battito è uguale agli altri come volume. Dunque, supponiamo di avere un brano con indicazione "allegro" ma senza una precisa definizione del tempo da impostare con il metronomo, ovviamente abbiamo l'indicazione del battito che supponiamo sia di 3/4. Bene, sul mio metronomo il tempo "allegro" è dato a 120 ma credo che si riferisca al tempo di 4/4 quindi vorrei sapere come devo impostare il metronomo per questo brano. E se lo stesso brano fosse in 3/8 ? Oppure un altro battito ? Spero di essere stato più chiaro, perdonatemi ma mi sto avvicinando alla musica... Roberto.
  10. Ciao, innanzitutto mi scuso se questa non dovesse essere la sezione giusta. Se ho un brano in 4/4 con indicazione di suonarlo "Moderato" io sul metronomo imposto, ad esempio, 108. Se ho un brano in 3/8 oppure in 3/4 oppure in 6/8 ecc sempre con indicazione "Moderato" cosa dovrei impostare sul metronomo ? In pratica come si fa a "passare" dal 4/4 agli altri tempi ? Grazie, dalrmi.
  11. dalrmi

    Eccomi Qua!

    Ciao a tutti appassionati di questo bellissimo e stupendo strumento musicale: il pianoforte!!! Mi chiamo Roberto, ad Agosto sono 43 primavere e da 1 anno e mezzo vado a lezione di pianoforte, che dire, è veramente bello, spero di poter continuare per molto tempo e vivere meravigliose sensazioni ed emozioni. Un saluto.
×
×
  • Create New...