Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
BackSpace

Ecco l’unica fabbrica di pianoforti in Italia

Recommended Posts

 

Luigi Borgato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

 

320px-Luigi_Borgato.jpg

 

Luigi Borgato

Luigi Borgato (Gallarate21 febbraio 1963) è un artigiano costruttore di pianoforti italiano.

Maestro costruttore veneto, è stato artefice della realizzazione e della miglioria tecnica di alcuni aspetti costruttivi delpianoforte[senza fonte], poi divenuti oggetto di brevetto. In questa veste tiene master di costruzione e tecnologia del pianoforte in Italia e all'estero[1].

 

 

 

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1991, a 28 anni, presenta al pubblico il suo primo pianoforte gran coda da concerto al congresso europeo 'Europiano'[2].

Luigi Borgato seleziona personalmente i legni e sceglie tutti i materiali e i componenti per la realizzazione dei suoi pianoforti.[3] È inoltre tecnico-accordatore e mette a punto i propri strumenti per concerti e registrazioni assistendo pianisti di fama internazionale.

I pianoforti da lui costruiti sono stati apprezzati da artisti di fama internazionale quali Radu Lupu[4]Andras SchiffVladimir Askenazi[5]Rosalyn TureckLazar BermanMaria Joao PiresIngolf WunderRoberto Prosseda[6]Leonora ArmelliniMartin BerkofskyAntonio BallistaBruno CaninoMichele CampanellaRoberto GiordanoMassimiliano FerratiSemion BalshemJean GuillouCharlemagne PalestineCameron CarpenterJohannes SkudlikGiorgio Carnini.

 

Brevetti[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Borgato ha registrato diversi brevetti. Un primo brevetto, a lui riconosciuto nel 1991, riguarda la dotazione dei suoi pianoforti di quattro corde percosse per nota, da metà tastiera agli acuti (dal Fa 349.23 Hz. al Do 4186 Hz.), e di innovativi telai in ghisa.

 

Doppio Borgato[modifica | modifica wikitesto]

 

20px-Exquisite-kfind.png

 

Lo stesso argomento in dettaglio: Doppio Borgato.

Un secondo brevetto è del 2000: ispirandosi a composizioni scritte per pianoforte con pedaliera, ha progettato, brevettato, e costruito, un nuovo strumento, il primo doppio pianoforte gran coda da concerto con pedaliera in epoca contemporanea, il Doppio Borgato[7][8][9].

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho suonato sul Borgato, non sul piano pedalier quindi su quello non posso esprimere giudizi. Il pianoforte è meraviglioso, una tastiera paurosa, basta solo pensare a quello che si deve suonare e praticamente suona da sola, un suono bellissimo, altro che debolezze...

Share this post


Link to post
Share on other sites

altro che debolezze...

Forse non ci siamo intesi, soprattutto perchè non ho sviluppato il mio pensiero. Metto solo alcune delle limitazioni del piano pedalier (a quest ultimo mi riferivo ovviamente):

- pedaliera poco estesa

- voce della pedaliera idendica a quella della tastiera

- avete idea di cosa voglia dire traslocarlo (intendo anche dei costi?)

- sapete quanto cuba di listino?

- se devi usarlo (noleggiarlo), devi pagare il viaggio pure a Borgato. Il piano pedalier va dove va lui

- se Borgato di da l'ok e al giorno del concerto sta poco bene, ti tira un pacco che non finisce più. Cosa racconti alla direzione del teatro?

 

.... devo continuare?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho postato il link Wikipedia dei pianoforti Borgato (fabbricati in Italia)  in quanto il titolo dell'articolo  recita:  "Ecco l’unica fabbrica di pianoforti in Italia"  , 
nessuna polemica e nessun paragone,,,  :) 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il piano pedalier per definizione è quello lì, ovvero avente una cassa armonica come quella del pianoforte ed un funzionamento come quello del pianoforte. Come puoi aspettarti un suono diverso?

La pedaliera è estesa quanto serve per suonare i brani per piano pedalier perché è bene ricordare che il piano pedalier non è la sostituzione della pedaliera per organo, è una cosa a sé. In letteratura non sono moltissimi i brani per il pedalier ma è stata creata per coprire quell'estensione. 

Essendo un ambito molto particolare, è di solito rivolto alle amministrazioni comunali che non si fanno il problema di spendere 1000 euro in più. 

Con Borgato lavorano anche la moglie e un altro tecnico. Se Borgato sta male è palese che il concerto non si può annullare quindi passerà la palla ad altre persone. Fino ad oggi in ogni caso non è mai successo...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Come puoi aspettarti un suono diverso?

 

Scusa, ma chi ha parlato di suono (timbro) diverso? Ho parlato di voce, se alla tastiera hai uno Steinway & Sons e alla pedaliera un Fazioli, ecco due voci diverse.

 

Il brevetto citato da Frank risponde a questa esigenza...se così non fosse è come se tu scrivessi un brano per 3 o 4 mani, stessa resa. Quale sarebbe il valore di una pedaliera?

 

Borgato ha dato la sua risposta, sull'argomento ce ne sono altre però :) Che si sappia ;)

 

Puoi pure combinare Borgato/Fazioli o viceversa...se ti piace

Share this post


Link to post
Share on other sites

Schumann credo sia stato uno dei prima a scrivere per pedalflughel, chi sia stato il primo non saprei, comunque i primi esperimenti risalgono alla prima metà del 1800

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...