Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte
francescochopin90

Alcune note fanno uno strano "ploc" sul fortissimo

Recommended Posts

Ciao a tutti. Scusate la mia lunga attesa, ma mi sono sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Ma sono qui, vivo e vegeto, meglio di prima ☺

 

Ad ottobre ho fatto sostituire la martelliera, con sostituzione del feltro delle mortase, delle aste e dei rullini. Quando la meccanica è tornata a casa, alcuni tasti suonavano a vuoto nel pianissimo fino a bloccarsi (praticamente lo scappamento rimaneva bloccato in basso lasciando anche più in basso il relativo martello). Il tecnico è intervenuto aumentando la carica della molla e allo stesso tempo aumentando di poco la distanza dello scatto dalla corda solo sulla zona corrispondente alle corde ramate. Il problema si è risolto e il suono è migliorato col tempo, a vantaggio di un gradiente dimamico piu ampio. Ma è tornato un problema analogo su un altro tasto sempre sui bassi (il si0), in modo diverso e più lieve: non si blocca mai, ma non suona se non abbasso il tasto da vicino (praticamente se lascio cadere il dito dall'alto, non suona, ma da vicino sí). Poi ho notato che alcune note fanno un fastidioso "ploc" se suonate fortissimo (altrimenti non lo fa). Ho tralasciato questi problemi per via dell'intervento e della mia riabilitazione. Deve venire il tecnico appena può, anche per rivedere l'allineamento dei martelli. Quale potrebbe essere il problema?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

I problemi che illustri potrebbero essere generati da diverse cause. Non sempre è giusto caricare la molla. Bisogna verificare l'altezza del montante di scappamento rispetto alla leva di ripetizione. Speriamo che la nuova martellare sia stata forata giusta. Naturalmente non ti sarà stata restituita la vecchia!....dimmi di sì! Una errata foratura crea dei problemi sulla ripetizione e sul "forte". Nei bassi, probabilmente, qualche martello ttocca il vicino. Anche qui sta a vedere lo spessore originario della martelliera. Controllare anche le piombature dei tasti e quelle della meccanica degli smorzatoi...a volte il piombo si ossida, si gonfia e tocca il vicino. Tutte ipotesi naturalmente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi è stata restituita, anche se era in uno sTato pietoso. La foratura è stata effettuata spedendo alla Abel alcuni campioni della vecchia martelliera. Ho controllato io stesso e nessun martello tocca corde vicine (al massimo su qualche nota prende 3 o 2 corde con il pedale "1 corda", ma il tecnico ha detto che si risolve con una regolazione). Per quanto riguarda i piombi e la pesatura: ogni tasto scende agevolmente, la tastiera è leggera, scorrevole e allo stesso tempo consistente. Ho controllato le note che fanno ploc e sembra che i martelli siano ben centrati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Può dipendere anche dalle corde? Pensavo, ignorantemente, a una corda che magari si trovi impercettibilmente più in alto o più in basso delle vicine omofone e che quindi non vengono percosse allo stesso modo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

controlla che non ci sia la rosetta di carta (spessore x regolare l'affondo dei tasti)  sotto ai tasti delle note incriminate ...  
sbadatamente dimenticata sopra al feltro ...  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È venuto il tecnico. Il pianoforte era un po' carico (scappamento, parata vicinissima), quel "ploc" era un ribattuto. Per quanto riguarda la nota difettosa, era spostato lo spingitore e me lo ha rimesso a posto. Il pianoforte è un po' sordo, soprattutto sui gravi, ma il tecnico ritiene sia meglio non fare interventi di intonazione fino a quando la martelliera non si sia solcata. Mi ha detto di suonarlo molto e di rivederci durante l'estate. Ha paura che intervenendo sull'intonazione adesso, suonando, possa aprirsi troppo successivamente. Ha detto che, eventualmente, si può anche usare una dose leggera di impregnante, ma non ora. Siete d'accordo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È venuto il tecnico. Il pianoforte era un po' carico (scappamento, parata vicinissima), quel "ploc" era un ribattuto. Per quanto riguarda la nota difettosa, era spostato lo spingitore e me lo ha rimesso a posto. Il pianoforte è un po' sordo, soprattutto sui gravi, ma il tecnico ritiene sia meglio non fare interventi di intonazione fino a quando la martelliera non si sia solcata. Mi ha detto di suonarlo molto e di rivederci durante l'estate. Ha paura che intervenendo sull'intonazione adesso, suonando, possa aprirsi troppo successivamente. Ha detto che, eventualmente, si può anche usare una dose leggera di impregnante, ma non ora. Siete d'accordo?

 

 

Secondo me è giusto  ;)  poi se fosse un feltro poco compresso, allora la solcatura è più rapida e il cambiamento più evidente. In quel caso ancora di più.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

No io non sono d'accordo, infatti volevo evitare anche di rispondere. Soprattutto se si tratta di una martelliera che è stata sostituita.

 

La scelta della tipologia di feltro e di martello adatta allo strumento che si ha sotto mano è in carico al tecnico che non va per tentativi né in questa fase (scelta) né nelle procedure di pre intonazione e intonazione.

 

La maturazione, il solco (addirittura, forse intendeva l'imporonta), lo spirito santo... no, sono discorsi che nel 2017 non tollero più personalmente.

 

Tecnica costruttiva del martello, lane, misure, compressione del feltro. Tutte cose note, comprese le procedure a seguire per restituire al cliente un pianoforte in ordine.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Un momento, il pianoforte suona bene ed è ben equilibrato. È un mio gusto personale sentire i gravi più potente. Non ho nulla di negativo da dire e sono molto esigente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Insomma prima dici che è un pó sordo, soprattutto nei bassi. Ora dici che si tratta solo dei bassi e che suona bene, Peró c'erano gli a cappamenti troppo vicini che tartagliavano, l'intonazione che non si capisce se va fatta e quando va fatta ... se va bene perché tanti dubbi?

 

Comunque l'impregnante è l'ultima ratio. Un pó come cercare di rianimare il paziente agonizzante.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Si', infatti bisogna ben vedere quale martelliera è stata usata per la sostituzione, come ho già detto. Vedere come è stata intonata e come è stata eseguita la regolazione. Una martelliera ben compressa potrebbe, come dice Giovanni, non necessitare di impregnante. Non si capisce bene come sia stata eseguita e se sia stata eseguita l'intonazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

È ritornato ieri il tecnico. I difetti meccanici erano stati già risolti la scorsa volta. Per quanto riguarda l'intonazione ho fatto un po il presuntuoso (nel senso che ho preteso): ho voluto che mi equilibrasse una volta per tutte il suono sui bassi e con il pedale sinistro. Mi ha detto che sono peggio di Michelangeli,ma ho apprezzato il "complimento" e ho preteso che si tirasse il massimo dallo strumento. È riuscito ad aprire i bassi usando solo gli aghi, chiuso un po al centro e lasciati più aperti gli acuti. Poi ho preteso che rifacesse lo stesso lavoro col pedale sinistro inserito e non l'ho fatto andar via finché non avessi sentito equilibrio ed uguaglianza. Ero partito molto arrabbiato e ho dubbi non sulla sua competenza, ma sulla passione che ci mette. Non credo che debba costringere un tecnico a fare bene il suo lavoro. E poi da uno Yamaha C3 so che posso ricavare tantissimo. Perché far suonare in modo mediocre un buon pianoforte? Alla fine però sono rimasto soddisfatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sembra in ottime condizioni... visivaMente  ;)   con un file audio potremmo apprezzarne il suono  :D  :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

MA.....mi sembra assurdo che non siano state preparate le code dei martelli. Non capisco come il paramentello possa parare il martello e come possa essere stata bilanciata la tastiera!!!!!!!O vedo male?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Cioè...assurdo! Credo che sia tutto sballato. Martelli lanosi. Dubito anche sulla giusta foratura e sul perfetto allineamento montante di scappamento- anima interna del rullino...altro che pignolo come Michelangeli!!! Scusa ma non credo sia stato fatto un buon lavoro

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Paolo, concordo.

 

Per sostituire una martelliera in questo modo è preferibile lasciare la vecchia tirare avanti. Non è stata nemmeno preparata.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Giovanni, mi fa piacere che concordi. Io sono sempre molto prudente nelle opinioni, ma questa volta la cosa mi sembra esagerata. A questo punto io consiglio di controllare anche il punto di battuta e l'inclinazione della foratura nonché l'altezza della foratura e la perpendicolarità dell'asse dei martelli ( meglio se a 91-92 gradi)...e molte altre misure.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Credo che abbiamo optato per una partelliera già forata senza rispettare le misure originali.

Dispiace doversi esprimere in questi casi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Questo magari dovremmo constatarlo da vicino, ma il fatto che le code non siano state sagomate già compromette la parata e la ripetizione. E' tutt'altro che una pignoleria "Michelangelesca" e credo, ripeto, che sia compromessa anche la pesatura della tastiera ( spero che non sia stata aumentata la piombatura a discapito dell'inerzia).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×