Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Recommended Posts

Questa fu la canzone di apertura delle olimpiadi di Sidney

 

 

tutto il pezzo contiene solo vocalizzazioni, si sente chiaramente il coro femminile, ma la batteria è human beat box, e anche il "basso" è un suono filtrato di voce. L'intero album da cui è tratto il pezzo, Medùlla, è incentrato sulla voce umana, soprattutto sul beat boxing

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

ad ogni modo si tratta di una donna  ;) .

Certo, ma io mi riferivo alla figura del compositore in senso lato. Sembra che se non frequenti una serie ben precisa di centri vivi solo per tenere ancora viva la memoria, non sei classificabile come compositore VERO. Di fatto questa di Björk è una delle avanguardie di questo decennio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Certo, ma io mi riferivo alla figura del compositore in senso lato. Sembra che se non frequenti una serie ben precisa di centri vivi solo per tenere ancora viva la memoria, non sei classificabile come compositore VERO. Di fatto questa di Björk è una delle avanguardie di questo decennio.

 

Bjork non è un compositore, lei non si qualificherebbe come compositore

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjork non è un compositore, lei non si qualificherebbe come compositore

Tranquillo Thallo, è un velato sarcasmo riferito a un mio intervento di qualche giorno fa ...

http://www.pianoconcerto.it/forum/index.php?/topic/6064-gustav-mahler-quartetto-in-la-minore-per-pianoforte-ed-archi/page-2&do=findComment&comment=43227

Posso però aggiungere che se Björk non è mai stata a Darmstadt, certamente il 90%, o diciamo un buon 80% di chi va a Darmstadt ascolta tantissimo Björk, e alcuni/e la considerano un punto di riferimento, magari accanto a Mark Andre, guarda un po' ... (poi, dove stava scritto Darmstadt = compositore vero me lo sto ancora chiedendo ... è una cosa che non penso proprio ... ma si sa, è facile essere fraintesi).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia poca conoscenza di Bjork è legata a un suo video, che molti anni fa, (più di venti certamente) per un certo periodo, era andato
 in onda (per così dire)  al bar dove con i colleghi mangiavo un panino in pausa pranzo.

lo ripropongo

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' che, e lo scrivo non necessariamente per Videoclip ma per tutti quelli che hanno voglia di leggere, ha sempre senso ricordare come nella musica "non-classica" l'autore o il cantante siano solo una delle varie figure autoriali presenti. Dietro a Bjork ci stanno schiere di produttori e dj strafighissimi, ecco

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alex Ross, in Il Resto è Rumore - Ascoltando il XX secolo (Bompiani, 2007):

 

"Bjork è un'artista di pop moderno profondamente influenzata dal repertorio classico del XX secolo che ha assimilato studiando al conservatorio (i pezzi elettronici di Stockhausen, la musica per organo di Messiaen, il minimalismo spiritualista di Arvo Part). Se si ascolta a occhi chiusi An Echo, A Stain, in cui la cantante declama melodie frammentate su un morbido cluster di voci corali, e poi si passa al ciclo di liriche di Osvaldo Golijov Ayre, nel quale pulsanti ritmi dance sostengono canzoni multietniche della Spagna moresca, si potrebbe concludere che la composizione classica è quella di Bjork. Una tra le possibili destinazioni della musica del XXI secolo è una "grande fusione finale": artisti pop evoluti e compositori estroversi che parlino all'incirca lo stesso linguaggio".

 

P.S. scusate le dieresi (mancate).

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Posso però aggiungere che se Björk non è mai stata a Darmstadt, certamente il 90%, o diciamo un buon 80% di chi va a Darmstadt ascolta tantissimo Björk, e alcuni/e la considerano un punto di riferimento, magari accanto a Mark Andre, guarda un po' ... (poi, dove stava scritto Darmstadt = compositore vero me lo sto ancora chiedendo ... è una cosa che non penso proprio ... ma si sa, è facile essere fraintesi).

Meglio per te RedSchalach, anche perchè leggendo i tuoi post non si capisce tutto questo interesse verso l'avanguardia. Intendo, in una sezione che ha un paio d'anni, non hai mai proposto Björk che è il riferimento (così mi dici) per l' 80/90% dei giovani compositori che vanno nei luoghi da te elencati. Avrò frainteso, ma ci sono luoghi - sappiamo entrambi - atti più a commemorare che a rivoluzonare. Mai una citazione, mai un riferimeno a Björk? A me sembra strano. Solo riferimenti ai soliti passatisti.

 

 

Bjork non è un compositore, lei non si qualificherebbe come compositore

Esatto Thallo, come spiega bene CromaDiBrera tramite Ross, siamo sicuri che è così attuale sta figura del compositore "puro"?

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non so micamahler, ci sono binari morti ed è bene che i giovani lo sappiano. Un conto è essere nostalgici e consapevoli e un conto è illudere che percorrendo certi percorsi .... si arrivi chi sa dove.

 

Ci sono compositori, grandi, immensi che ormai sono pesci fuor d'acqua. Approfondirli fa bene come fa bene approfondire Bach...ma poi il mondo musicale è da un'altra parte e Björk  ne è una dimostrazione vivente.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quello che conta, sono pienamente d'accordo con Videoclip.

 

Qui siamo ancora all'idea che "Il Compositore" (fate l'inchino, prego) sia un bischero serioso e sofferto, coi capelli arruffati e gli occhi persi nel vuoto, chiuso in qualche ripostiglio a mettere due note in croce sul pentagramma, mentre fuori la tormenta tormenta una persiana malferma socchiusa sul melograno "che la pargoletta mano" ecc. ecc. (ovviamente spoglio, figurarsi), mentre agogna l'amata e vagheggia chissà quali furori orchestrali che dovrebbero lasciare attonita l'umanità intera e farla gridare al miracolo del "nuovo Beethoven"...! "Ecco Il Genioooo...!"

 

In pratica, "Il Compositore" sarebbe un gran bel morto di pippe (mentali e non), e scusate l'aforisma. Un tizio alla Adrea insomma (per chi se lo ricorda). Questo in Italia, mentre il Conservatorio di Boston pretende che i lorsignori musicisti e compositori sappiano anche ballare (!) Non ci credete...? Visitate il sito: https://bostonconservatory.berklee.edu/.  

 

P.S. Viva Bjork.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie ragazzi, sto seguendo appassionatamente gli sviluppi del discorso.

Videoclip illuminante, ho capito diverse cose

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi piacerebbe vedere John Williams ballare!

il mondo è sfaccettato anche musicalmente, bisogna farsene una ragione e non pretendere da tutti le stesse cose. Per quel che mi riguarda, non m'interesserebbe vedere un video di Lachenmann che balla (O forse sì!!) o comunque un suo video, mi basta sentire quello che fa, se poi posso vedere un'orchestra dal vivo che lo esegue meglio ancora.

Ciononostante chi lo sa, la video-art potrebbe essere molto efficace e in effetti un bel video su The viola in my life di Feldman magari mi piacerebbe vederlo.

Ma la musica di Feldman non perde (per me) rispetto a Bjork solo perchè lei ha delle produzioni impressionanti e fa i video in virtual reality. Fralaltro nemmeno di Herbie Hancock ho mai visto dei video ( non parlo di video live) e non l'ho mai visto ballare ma capisco che ci siano,appunto, situazioni e situzioni.

Oppure vorreste vedere Beyoncè scrivere un bel quartetto d'archi mentre Ferneyhough fa un live set in qualche club londinese...?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda, avevo aperto questo topic

 

http://www.pianoconcerto.it/forum/index.php?/topic/6074-chi-è-il-compositore-oggi/

 

... ma stranamente non si è visto nessuno.

 

Sei un lamentone.

Sai chi non ha mai scritto di Bjork, oltre a RedScharlach? Tu. E tuttora non ti ho letto scrivere nulla di Bjork, ti sei solo lamentato di quello che gli altri hanno fatto o gli altri non hanno fatto. 

Tu cosa sai di Bjork? Tu cosa ami di Bjork? Dai un contributo a questa discussione piuttosto che lamentarti e basta. Finora non hai scritto nulla di interessante, per me.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

mi piacerebbe vedere John Williams ballare!

 

Era una provocazione, solo per dire che siamo troppo spesso legati ad un'idea ottocentesca del compositore. E' un po' come per la pittura: non ha più molto senso parlare di quadri, ma di "visual art". A Van Gogh o a Cezanne non interessava nulla di dove sarebbero stati appesi i loro quadri: la loro opera era il quadro; oggi, invece, la contestualizzazione e la modalità di fruizione sono parti inscindibili dell'idea artistica. Questa è la novità dell'arte del XX secolo. Penso che abbia ragione chi scrive (era Thallo) che Bjork non direbbe di essere una compositrice, proprio per questo motivo.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...