Jump to content
Piano Concerto - Forum pianoforte

Videoclip

Membro
  • Content Count

    140
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by Videoclip

  1. In introduco un attimo, ok, però non si può uscire dal contesto. Se non ti paice il genere, siamo in un vicolo cieco...ma se ti piacesse (non lo so), prova come scrivevo a fornire un esempio dove ti ci rispecchi.
  2. La clip non mi dispiace, forse un po' scontato associare ad una fuga... lo scappare. Sicuramente tutto altamente professionale e curato, mi piace molto il passaggio a 1'25'' ( mi riferisco al primo video)
  3. Forse banalmente basta usare esempi positivi per esplicitare meglio il proprio gusto, piuttosto che Mae mi piace ........... (a scelta).
  4. http://www.bestmovie.it/news/oscar-2017-annunciate-le-nomination/580213/ Miglior colonna sonora La La Land (Justin Hurwitz) Lion (Dustin O’Halloran, Hauschka) Moonlight (Nicholas Britell) Jackie (Micachu) Passengers (Thomas Newman)
  5. Il fondamentale ruolo della musica oggi, facilmente intuibile in 4 minuti e mezzo.
  6. Visto il recente compleanno di Morricone ecco una delle sue più belle composizioni. Morricone: Mision a Marte (Final)
  7. Segnalo Conference: Music & The Moving Image, 2016 http://steinhardt.nyu.edu/music/scoring/conference/
  8. Dubito che nei programmi standard si facciano sonorizzare immagini, so che ha milano partirà un triennio di musica per immagini, ma è un ambito ritagliato per chi fa quella scelta. Chi studia composizione, di norma si occupa di altro.
  9. E sbagli, perchè adesso mi è più chiara la natura dei tuoi interventi e posso capire meglio i scriteri di selezione.
  10. Come hai insegnato tu stesso in un recente post, l'ironia fa parte el mio commento. E chi si lamenta, per me è già una risposta l'assenza di partecipazione.
  11. ...forse li conosco tutti personalmnte Thallo. Eppoi non vedo qual'è il problema, l'aspettativa è di pezzi ultra sofisticati, per cui utenti come Gino, che hanno un'altra estetica, è meglio che non perdano tempo...oppure no, Gino, fai la prova e poi ci racconti La frase che ho evidenziato è diventata una moda, fino a pochi anni fa nessuno la inseriva ... il rispetto verso un candidato parte dal rispettare la sua estetica.
  12. Guarda, avevo aperto questo topic http://www.pianoconcerto.it/forum/index.php?/topic/6074-chi-è-il-compositore-oggi/ ... ma stranamente non si è visto nessuno.
  13. Non so micamahler, ci sono binari morti ed è bene che i giovani lo sappiano. Un conto è essere nostalgici e consapevoli e un conto è illudere che percorrendo certi percorsi .... si arrivi chi sa dove. Ci sono compositori, grandi, immensi che ormai sono pesci fuor d'acqua. Approfondirli fa bene come fa bene approfondire Bach...ma poi il mondo musicale è da un'altra parte e Björk ne è una dimostrazione vivente.
  14. Avviso chi ha intenzione di partecipare a questo concorso che la frase in cima al bando: > La partecipazione è aperta a musicisti di qualunque nazionalità, senza limiti di età e senza limitazioni per quanto concerne > gli orientamenti estetici e gli stili compositivi. è una bufala. La commisisone prenderà in considerazione solo pezzi ultra sofisticati, per cui non perdete tempo se non siete perfettamente in linea con quello che gli interessa.
  15. Meglio per te RedSchalach, anche perchè leggendo i tuoi post non si capisce tutto questo interesse verso l'avanguardia. Intendo, in una sezione che ha un paio d'anni, non hai mai proposto Björk che è il riferimento (così mi dici) per l' 80/90% dei giovani compositori che vanno nei luoghi da te elencati. Avrò frainteso, ma ci sono luoghi - sappiamo entrambi - atti più a commemorare che a rivoluzonare. Mai una citazione, mai un riferimeno a Björk? A me sembra strano. Solo riferimenti ai soliti passatisti. Esatto Thallo, come spiega bene CromaDiBrera tramite Ross, siamo sicuri che è così attuale sta figura del compositore "puro"?
  16. Certo, ma io mi riferivo alla figura del compositore in senso lato. Sembra che se non frequenti una serie ben precisa di centri vivi solo per tenere ancora viva la memoria, non sei classificabile come compositore VERO. Di fatto questa di Björk è una delle avanguardie di questo decennio.
  17. Chi sa se Björk è uno di quelli che va a Darmstadt...noto posto frequentato da VERI compositori.
  18. ... o forse, misica centro europea e il resto del mondo Del resto cita solo la saturazione, come se fosse l'unico contenuto di questo secolo.
  19. Intendo scherzosamente con fobia dell' estetica ....aggiungendo...degli altri. Come si sa il bello è soggettivo e chiaramente l'etetica è molto legata a questo aspetto (al proprio senso di bello, ribadisco) e non centra con la forza delle idee, che serve a mal celare una questione di gusto personale. Il risultato di certi modi di pensare è che chi vuole comunque condividere la propria musica, essere accettato da una "comunità", in una manifestazione importante come quella che giustamente viene proposta senza essere "attaccato" per quello che si è, soprattutto se deboli si è implicitamente costretti a "piegarsi" per avere un momento di gloria e poter dire: "Io c'ero" (un po' come una vecchia pubblicità degli abbonamenti dell'inter). Risultato? La maggior parte dei partecipanti scrive À la manière de. E chi magari ha idee diverse ma buone viene attaccato...è deve pure >crederci davvero ovvero doppia fatica: essere originali e resistere agli "attaccati". Quello che manca oggi nel mondo della musica è proprio l'apertura (che senza farlo apposta negli anni '80 c'era) . In un mondo ormai completamente open source, c'è chi continua a fabbricare sistemi chiusi. Magari la visione di questo film può esplicitare meglio il mio pensiero http://www.mymovies.it/film/1999/ilgustodeglialtri/ Resta il fatto a me non dispiace affatto che ci sono compositori al mondo che come Red, Frank presentino la loro musica in queste manifestazioni, ma resta sempre un posto, una data, una nicchia. Fuori di li uno si ricorda "solo" (si fa per dire) Lachenmann e Steen-Andersen. Tant'è che Rautavaara sarà poco conosciuto ma ha una sua identità, un suo mondo a prescindere appunto da posti, seppur luccicanti, come Darmstadt.
  20. Grazie Red per la condivisione Io continuo a sentire puzza di esteto-fobia, in effetti come testimoni > forse più di altri prevalevano gli “alla Lachenmann” e gli “alla Steen-Andersen Più che buone idee (o forti come dicevi nell'altro topic), mi sembrano "paracule" (ovvero molto deboli) Qui mi piaci di più >oppure ci si deve credere davvero e secondo me sono quelle che contano
  21. Profondi turbamenti interiori di Mahler è un aggiunta di ora. Uno può essere profondo e basta. Visto che sei curiosa, un può essere turbato per tante cose. Non so, idee su Ligeti ad esempio? (tanto per dirne uno)
×
×
  • Create New...